Dati Covid in tempo Reale

All countries
177,591,368
Confermati
Updated on 16 June 2021 19:11
All countries
160,339,127
Ricoverati
Updated on 16 June 2021 19:11
All countries
3,840,868
Morti
Updated on 16 June 2021 19:11

Caccia. Tar Veneto ammette uccisione cervi. Aidaa, “la battaglia non è finita”

AgenPress – Il Tar del Veneto ha riammesso la possibilità di cacciare i cervi nella zona Alpi anche nel periodo di preapertura. Con decreto della presidente, Maddalena Filippi, la prima sezione ha revocato la sospensiva emessa lo scorso 28 agosto nei confronti del calendario venatorio adottato della Provincia di Belluno, su delega regionale, in merito alla caccia agli ungulati per il periodo 16 agosto-14 settembre.

Lo rende noto oggi l’assessore regionale Giuseppe Pan, secondo cui “di fatto il giudice amministrativo ha fatto marcia indietro rispetto alla precedente decisione cautelare, riconoscendo la fondatezza del piano gestionale presentato dalla Provincia di Belluno e la sua piena adesione alle linee guida dell’Ispra, l’Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale, massimo organo scientifico nazionale per la tutela e la protezione dell’ambiente”.

Prendiamo atto della decisione del tribunale amministrativo regionale del Veneto che ha riaperto seppur per alcuni giorni la caccia al cervo, ma ribadiamo la nostra ferrea volontà di portare avanti questa battaglia a favore degli animali anche dopo questo parziale stop decretato dal TAR- Si legge nella nota stampa dell’ASSOCIAZIONE ITALIANA DIFESA ANIMALI ED AMBIENTE AIDAA- la decisione di accettare la richiesta di sospensiva dei giorni scorsi era stata motivata dal TAR richiamando il parere del Consiglio di Stato che ritiene la conservazione della specie motivo predominante sul diritto di caccia. Ora-continua la nota AIDAA- il tar decide di riaprire fino al prossimo 13 settembre la caccia sulla base dei pareri Ispra. Ma la battaglia non finisce qui anche perchè le motivazioni del consiglio di Stato sono un fondamento inattaccabile e per questo attendiamo con serenità e fiducia la camera di consiglio del prossimo 23 settembre in cui si discuterà nella sua interezza il suo ricorso, e in base alle decisioni che saranno prese in quella sede- conclude la nota AIDAA- valuteremo se portare le nostre motivazioni anche oltre il TAR”.

spot_imgspot_img
spot_img

Altre News

Articoli Correlati