Dati Covid in tempo Reale

All countries
178,936,789
Confermati
Updated on 20 June 2021 00:19
All countries
161,742,787
Ricoverati
Updated on 20 June 2021 00:19
All countries
3,874,803
Morti
Updated on 20 June 2021 00:19

Calabria. Gaudio rinuncia “mia moglie non vuole trasferirsi”. Strada: “nessuna proposta”

- Advertisement -
- Advertisement -

AgenPress – Il neocommissario alla Sanità in Calabria Eugenio Gaudio ha rinunciato al suo incarico, affidatogli solo lunedì sera dal Consiglio dei ministri. Lo ha detto lo stesso ex rettore dell’Università La Sapienza spiegando di aver preso questa decisione per “motivi personali”. “Mia moglie – ha chiarito – non ha intenzione di trasferirsi a Catanzaro. Un lavoro del genere va affrontato con il massimo impegno e non ho intenzione di aprire una crisi familiare”.

Alla domanda di Repubblica se sarebbe stato in grado di guidare la sanità calabrese, Gaudio ha risposto: “Mi sarei voluto provare, è un impegno gravoso ma mi sono sempre messo a disposizione del servizio pubblico. Ho trovato resistenze in casa, e a questo mi piego. L’ho detto per tempo al ministro”. “La scelta è mia, non posso fare il commissario della Sanità in Calabria. Non vado in pensione. Continuo a insegnare, un mestiere meraviglioso. I miei due corsi di Medicina. E poi sono consulente del ministro Manfredi e continuo a dirigere l’osservatorio delle scuole di specializzazione di Medicina”, ha concluso.

Alle notizie sul suo coinvolgimento dell’inchiesta sull’Università di Catania Gaudio ha spiegato: “Sono sempre colpito dall’imbarbarimento della politica. Le do una notizia in proposito: il procuratore di Catania ha appena fatto sapere al mio avvocato che è andato a depositare la richiesta di archiviazione per il mio presunto abuso di ufficio”.

“Leggo da un’agenzia di stampa che non sarei disponibile a fare il commissario in Calabria. Ribadisco – perché evidentemente serve farlo ancora – che non ho ricevuto nessuna proposta formale e che comunicherò personalmente le mie decisioni attraverso i canali ufficiali se ci sarà qualcosa di reale e concreto da comunicare”. Lo scrive Gino Strada su Facebook. “Mi sembra che la situazione sia già abbastanza difficile per i cittadini calabresi senza che diventi anche grottesca”.

Altre News

Articoli Correlati