Candidatura Ucraina in Ue. Kuleba: “svolta dopo visita a Kiev di Macron, Draghi e Scholz”

- Advertisement -

AgenPress – “La recente visita a Kiev di Macron, Draghi e Scholz, insieme con il premier romeno, è stata il punto di svolta per la candidatura dell’Ucraina nell’Unione Europea. Prima di allora la situazione era molto fragile”.

Lo ha affermato il ministro degli Esteri ucraino, Dmitry Kuleba, come riportato dall’agenzia Unian. “Il presidente francese Emmanuel Macron  ha svolto un ruolo molto importante. L’elenco degli scettici era noto da molto tempo: i Paesi Bassi, la Danimarca, la Svezia, il Portogallo. La Germania era in questo gruppo”.

- Advertisement -

Solo la vittoria militare di Kiev convincerà la Russia a seri negoziati di pace: “le armi garantiranno la via diplomatica”. Ne è convinto il ministro degli Esteri ucraino Dmytro Kuleba, che al Corriere della Sera dice che l’aggressione russa non riguarda solo le case ucraine, ma ogni famiglia europea. Dopo la recente visita di Draghi, Macron e Scholz si vedono unità e chiarezza di intenti: ci sono differenze, “ma in linea di principio si va assieme nella stessa direzione”. Quanto alla via negoziale, i cannoni di Mosca continuano a sparare, dice Kuleba, ma per Kiev vale ancora ancora l’offerta di un summit Putin-Zelensky.

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati