Caso Epstein. Ghislaine Maxwell condannata a 20 anni per aver reclutato ragazze a sfondo sessuale

- Advertisement -

AgenPress – Ghislaine Maxwell è stata condannata a 20 anni in una prigione statunitense per aver aiutato l’ex finanziere Jeffrey Epstein ad abusare di giovani ragazze.

Maxwell, 60 anni, è stata condannata a dicembre per aver reclutato  quattro ragazze adolescenti per abusi sessuali da Epstein, il suo allora fidanzato.

- Advertisement -

Uno dei suoi accusatori ha detto fuori dal tribunale di New York che dovrebbe rimanere in prigione per il resto della sua vita.

Epstein si è ucciso nella cella di una prigione di Manhattan nel 2019. Stava aspettando il suo stesso processo per traffico sessuale.

I crimini di Ghislaine Maxwell sono avvenuti nell’arco di un decennio, tra il 1994 e il 2004.

- Advertisement -

Pronunciando la sentenza, il giudice Alison J Nathan ha affermato che la condotta di Maxwell era stata “atroce e predatoria”.

“La signora Maxwell ha lavorato con Epstein per selezionare le giovani vittime vulnerabili e che hanno svolto un ruolo fondamentale nel facilitare gli abusi sessuali”, ha aggiunto.

Ha detto che il caso richiedeva una “condanna molto significativa” e che voleva inviare un “messaggio inequivocabile” che tali crimini sarebbero stati puniti.

Oltre al carcere, il giudice ha imposto una multa di $ 750.000 (£ 610.000).

Maxwell, i cui avvocati avevano discusso per un arresto inferiore a cinque anni, guardava dritto davanti a sé e non ha mostrato alcuna emozione mentre la sentenza è stata pronunciata davanti a una galleria pubblica gremita.

In precedenza, si è rivolta alle sue vittime. Ha detto di provare empatia con loro, aggiungendo che sperava che la sua pena detentiva avrebbe consentito alle vittime “pace e finalità”.

Maxwell è in custodia dal suo arresto nel luglio 2020, al Metropolitan Detention Center di Brooklyn.

Il caso contro l’ex socialite britannica è stato uno dei più importanti dall’emergere del movimento #MeToo, che ha incoraggiato le donne a parlare di abusi sessuali. Il momento più scioccante è arrivato quando Ghislaine Maxwell si è alzata per parlare.

Si è rivolta direttamente alle vittime, dicendo “Mi dispiace per il dolore che hai provato”. Ha detto che sperava che ora potessero guardare avanti e non indietro.

Ha chiamato Epstein un uomo manipolatore e astuto che ha ingannato tutti nella sua orbita.

Ha detto che era difficile per lei affrontare il dolore e l’angoscia, che voleva riconoscere la loro sofferenza e che provava profonda empatia con le vittime,  che la sua associazione con Epstein è stato il più grande rimpianto della sua vita.

“La mia associazione con Epstein mi macchierà in modo permanente”.

Il giudice, prima della condanna, ha affermato che ciò che non era espresso nella dichiarazione di Maxwell era un’espressione della sua responsabilità.

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati