Home Cronaca Caso Morisi, Luxuria: “Salvini sta cercando di rigirare la frittata e non...

Caso Morisi, Luxuria: “Salvini sta cercando di rigirare la frittata e non si è accorto che gli è già caduta dalla padella”

0
83

AgenPress. Vladimir Luxuria è intervenuta ai microfoni della trasmissione “L’Italia s’è desta”, condotta dal direttore Gianluca Fabi, Matteo Torrioli e Daniel Moretti su Radio Cusano Campus.

Sul caso Morisi. “Salvini sta cercando di rigirare la frittata e non si è accorto che gli è già caduta dalla padella –ha affermato Luxuria-. In queste amministrative ci sono tantissime candidature di persone omosessuali che hanno fatto coming out e stanno tutte nel centrosinistra. Ciò che in realtà dice Salvini è questo: voi potete fare sesso con chi vi pare, chiusi in casa, basta che non vi innamoriate e non chiediate diritti. Questa è la vera omofobia. Essere omofobi significa che gay, lesbiche e trans non possono provare sentimenti, sono solo degli animali da sesso.

Quelli che mi danno fastidio sono coloro che predicano in un modo e razzolano in un altro. Io ho collegato l’episodio di Morisi all’episodio dell’ex parroco di Prato che faceva dichiarazioni contro i matrimoni gay, contro la legge anti omofobia e poi si mettono sull’app Grinder, che è una specie di navigatore satellitare del pene, serve a localizzare il pene più vicino, prendono spesso prostituti stranieri perché si sentono più tranquilli. Non dimentichiamo anche il braccio destro di Orban. Mia nonna diceva: chi sputa in cielo in faccia gli arriva.

Si è parlato tanto della Bestia, ma io faccio il paragone tra chi porta i cani a spasso e non raccoglie gli escrementi, in questo caso la bestia chi è il cane o il padrone? E’ il padrone. E credo che Salvini sia responsabile di tantissimi escrementi che ha spalato su tantissima gente. Nel 2018 mise alla gogna 3 ragazze minorenni. Adesso Salvini si lamenta perché attaccano Morisi.

Io sono il più antiproibizionista di questo mondo, ma questo non significa essere scemi: il Ghb è una droga chimica che provoca la perdita totale della coscienza, della capacità di intendere e di volere e provoca amnesia, è terribile. Vorrei che ci fosse una maggiore consapevolezza e maggiore informazione e prevenzione sulla larga diffusione di queste droghe, usando anche i social”.