Cina contro Nato. “La smetta di provocare scontri politici, evitando una nuova Guerra Fredda”

- Advertisement -

AgenPress – La Nato “ha continuato ad entrare nella regione Asia-Pacifico: alcuni Stati membri hanno inviato aerei e navi da guerra nelle acque circostanti la Cina per condurre manovre militari, creando tensioni”.

Il portavoce del ministero degli Esteri Zhao LIjian ha lamentato che la Nato continua a “sostenere lo scontro di gruppo e la comunità internazionale dovrebbe mantenere un alto grado di vigilanza”, commentando le parole del consigliere per la Sicurezza nazionale Usa Jake Sullivan, secondo cui il documento strategico approvato al vertice di Madrid dell’Alleanza farà un riferimento esplicito alle molteplici sfide poste dalla Cina.

- Advertisement -

La Nato  “dovrebbe anche smettere di tracciare linee ideologiche e provocare scontri politici, evitando l’inizio di una nuova Guerra Fredda”. Quello che l’Alleanza Atlantica dovrebbe fare “è abbandonare la mentalità della Guerra Fredda, dei giochi a somma zero e della pratica di creare nemici” al fine di evitare “di rovinare l’Asia e il mondo intero dopo averlo già fatto con l’Europa. Voglio sottolineare che la Cina si oppone sempre alle sanzioni unilaterali e alla giurisdizione dal braccio lungo che mancano delle basi del diritto internazionale e non sono autorizzate dal Consiglio di sicurezza”. I fatti hanno dimostrato, ha concluso il portavoce, che “imporre sanzioni alla cieca non è un modo efficace per risolvere i conflitti e continuare a inviare armi non porterà alla pace”.

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati