Cina. L’areo caduto a marzo fu atto voluto dal pilota. Morirono 132 passeggeri e l’equipaggio a bordo

- Advertisement -

AgenPress – I reperti recuperati dal  volo China Eastern precipitato a marzo dicono che qualcuno nella cabina di pilotaggio ha intenzionalmente voluto far precipitare l’aereo. Lo ha riferito il Wall Street Journal, citando una valutazione preliminare dei funzionari degli Stati Uniti.

Gli investigatori cinesi non hanno rivelato alcun problema meccanico o tecnico con l’aereo che potrebbe aver causato l’incidente e potrebbe richiedere ulteriori azioni in tutto il settore – come è tipico in tali eventi – un fatto che i funzionari americani ritengono dia credibilità alla loro valutazione, il giornale segnalato.

Il Boeing 737-800 stava volando da Kunming a Guangzhou quando è precipitato da 29.000 piedi a mezz’aria nelle montagne, uccidendo tutti i 132 passeggeri e l’equipaggio a bordo . È stato il disastro aereo più mortale della Cina da decenni.
Le informazioni estratte dal registratore dei dati di volo danneggiato dell’aereo mostrano ordini di input umani ai controlli che hanno inviato l’aereo alla sua immersione mortale, secondo il Journal, citando persone che hanno familiarità con la sonda.
“L’aereo ha fatto quello che gli era stato detto da qualcuno nella cabina di pilotaggio”, ha detto il Journal citando una persona che ha familiarità con la valutazione preliminare dei funzionari americani.
Il registratore dei dati di volo dell’aereo e il registratore vocale della cabina di pilotaggio sono stati recuperati dall’incidente e inviati al National Transportation Safety Board (NTSB) degli Stati Uniti a Washington DC per l’analisi, in precedenza dai media statali cinesi.
I funzionari americani coinvolti nelle indagini si stanno concentrando sulle azioni di un pilota,  aggiungendo che è anche possibile che qualcun altro sull’aereo possa aver fatto irruzione nella cabina di pilotaggio e causato deliberatamente l’incidente.
In una dichiarazione China Eastern ha affermato che non sono emerse prove che potrebbero determinare se ci fossero o meno problemi con l’aereo coinvolto nell’incidente. La compagnia aerea ha dichiarato al Journal che le condizioni di salute e familiari dei piloti erano buone e ha aggiunto che anche la loro situazione finanziaria era in buone condizioni.
“Qualsiasi speculazione non ufficiale può interferire con le indagini sull’incidente e influenzare il reale progresso dell’industria del trasporto aereo globale”.
Prima che l’aereo deviasse dall’altitudine di crociera, le comunicazioni radio tra l’equipaggio e il dipartimento di controllo del traffico aereo non mostravano alcuna anomalia, secondo il rapporto.
Le voci su un copilota che si era schiantato intenzionalmente con l’aereo erano circolate ampiamente su Internet in Cina all’inizio di aprile, con alcune che indicavano le osservazioni del CAAC sulla salute mentale del personale dell’aviazione dopo l’incidente.
In una riunione sulla sicurezza aerea il 6 aprile, il direttore della CAAC Feng Zhenglin ha esortato i funzionari del Partito Comunista a tutti i livelli a “stabilizzare i pensieri delle loro squadre, fare il massimo sforzo per risolvere i problemi dei dipendenti nel lavoro, nella vita e nello studio e garantire il loro fisico e salute mentale”.
“In particolare, i funzionari dovrebbero fare del loro meglio nel lavoro ideologico dei piloti per gettare solide basi affinché la prima linea possa operare in sicurezza”,
- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati