Dati Covid in tempo Reale

All countries
263,797,299
Confermati
Updated on 2 December 2021 08:07
All countries
236,368,510
Ricoverati
Updated on 2 December 2021 08:07
All countries
5,242,895
Morti
Updated on 2 December 2021 08:07

Cina. Onu, dov’è la tennista Peng Shuai. Il tennis professionistico femminile minaccia di lasciare il paese

- Advertisement -

AgenPress – “E’ importante sapere dove si trovi e che stia bene”. Così l’Alto commissariato Onu per i diritti umani in un appello alla Cina dopo la scomparsa della star del tennis cinese Peng Shuai.

“Sollecitiamo una inchiesta trasparente sulle accuse di abusi sessuali”, ha detto una portavoce, Liz Throssell, nel corso di una conferenza stampa a Ginevra. Peng, 35 anni, ha accusato sui social media a inizio novembre l’ex vicepremier Zhang Gaoli di averla costretta a una relazione sessuale tre anni fa, prima di farne la sua amante.

- Advertisement -

Il tennis professionistico femminile minaccia di lasciare la Cina in assenza di chiarimenti sulla vicenda della star Peng Shuai. “Siamo pienamente preparati a ritirare le nostre attività e ad affrontare tutte le complicazioni che ne seguiranno – ha affermato Steve Simon, numero uno della Wta, l’associazione che gestisce il circuito femminile a livello mondiale – Perché le accuse di stupro sono più importante degli affari”. Peng, 35 anni, ha accusato sui social media a inizio novembre l’ex vicepremier Zhang Gaoli di averla costretta a una relazione sessuale tre anni fa, prima di farne la sua amante.

“Siamo a un bivio nel nostro rapporto con la Cina e la nostra attività laggiù”, ha osservato, aggiungendo che la Wta deve chiedere giustizia e non può scendere a compromessi: “le donne devono essere rispettate e non censurate”.

La Cina è stata al centro dell’aggressiva espansione dell’associazione del tennis professionistico femminile nell’ultimo decennio, ospitando nove tornei nella stagione 2019, l’ultima prima dell’interruzione della pandemia di Covid-19, con un montepremi totale di 30,4 milioni di dollari. Allo stesso tempo, la Cina è sotto pressione su una serie di questioni relative ai diritti umani, nel mezzo delle crescenti richieste di boicottaggio delle Olimpiadi invernali di Pechino 2022.

- Advertisement -

La posizione della Wta su Peng, se dovesse essere confermata, andrebbe molto oltre rispetto ad altre organizzazioni sportive che hanno lottato per bilanciare le richieste di tifosi e giocatori di opporsi alle violazioni dei diritti umani con la loro dipendenza dal mercato cinese. Peng ha postato il 2 novembre sul suo account Weibo, il Twitter in mandarino, il post con le accuse, oscurato in pochissimo tempo.

Da allora, la star cinese, ex numero uno del ranking mondiale per il doppio grazie alle vittorie di Wimbledon e Parigi, non ha più comunicato col mondo esterno né si è presentata in pubblico, mentre Zhang Gaoli, componente del Comitato permanete del Politburo del Pcc dal 2013 al 2018, non ha mai reagito alle accuse.

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati