Dati Covid in tempo Reale

All countries
266,127,191
Confermati
Updated on 6 December 2021 04:14
All countries
237,995,100
Ricoverati
Updated on 6 December 2021 04:14
All countries
5,270,933
Morti
Updated on 6 December 2021 04:14

Clima. Onu, nuovo record di gas serra. Siamo fuori strada, prevenire ulteriori effetti devastanti

- Advertisement -

AgenPress – “I livelli di anidride carbonica sono a livelli record. Nel lavoro seminale del 1967 del recente premio Nobel per la fisica, Syukuro Manabe, gli autori hanno imposto un valore di anidride carbonica “alto” di 600 ppmv ma ora questo mondo non sembra così lontano dai 413 ppmv registrati nel 2020.  

“Anche i livelli di metano stanno aumentando in modo allarmante e le emissioni stanno accelerando. L’aumento dal 2019 al 2020 è stato superiore a quello dell’anno precedente e superiore al tasso di crescita medio annuo dell’ultimo decennio. Se vogliamo prevenire ulteriori effetti devastanti del cambiamento climatico, alla COP26 deve essere chiaramente focalizzata non solo sulla riduzione delle emissioni di anidride carbonica, ma anche sulla riduzione di altri gas serra”.

- Advertisement -

“Le misurazioni dei gas serra sono come sbandare in un incidente d’auto. Il disastro si avvicina sempre di più ma non puoi fermarlo. Puoi vedere chiaramente lo schianto davanti a te e tutto ciò che puoi fare è ululare. In tutto il mondo la rete NOAA statunitense ei colleghi dell’UN Global Atmosphere Watch continuano il loro attento lavoro di misurazione e ogni anno i rapporti peggiorano. L’anidride carbonica continua a salire, nonostante la pandemia” ha detto il professor Euan Nisbet, Greenhouse Gas Group, Royal Holloway.

“Il protossido d’azoto, il gas esilarante – il dimenticato gas dell’incubo – sale bruscamente, anche mentre le nostre torte alla crema vengono gonfiate con noncuranza e le nostre strade sono disseminate di piccole bombole di gas d’acciaio abbandonate. Particolarmente preoccupante è la crescita estrema del metano – la crescita più forte nel record di misurazione, il che suggerisce che potrebbero essere all’opera forti feedback, il riscaldamento che alimenta il riscaldamento. Il mondo deve ringraziare NOAA e l’ONU per queste segnalazioni di pazienti”.

La quantità di Co2 nell’atmosfera ha superato il traguardo di 400 parti per milione nel 2015, ricorda il segretario generale dell’Omm rimarcando che “solo cinque anni dopo, ha superato le 413 ppm. Questo è più di una semplice formula chimica e cifre su un grafico. Ha importanti ripercussioni negative per la nostra vita quotidiana e il nostro benessere, per lo stato del nostro pianeta e per il futuro dei nostri figli e nipoti”, ha detto il segretario generale dell’Omm, Petteri Taalas, avvertendo: “Siamo davvero fuori strada”.

- Advertisement -

“L’anidride carbonica rimane nell’atmosfera per secoli e nell’oceano ancora più a lungo – ha spiegato Taalas – L’ultima volta che la Terra ha sperimentato una concentrazione simile di Co2 è stato 3-5 milioni di anni fa, quando la temperatura era di 2-3 gradi centigradi più calda e il livello del mare era di 10-20 metri più alto di adesso. Ma allora non c’erano 7,8 miliardi di persone”, ha detto il prof. Taalas.

“Molti paesi – ha proseguito – stanno fissando ora obiettivi carbon neutral e si spera che la Cop26 vedrà un consistente aumento degli impegni. Ma dobbiamo trasformare il nostro impegno in azioni che avranno un impatto sui gas che causano il cambiamento climatico. Dobbiamo rivedere i nostri sistemi industriali, energetici e di trasporto e l’intero stile di vita. Le modifiche necessarie sono economicamente accessibili e tecnicamente possibili. Non c’è tempo da perdere”.

 

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati