Commissario Figliuolo: sono in arrivo in Italia 1,3 milioni di dosi di vaccino

- Advertisement -
AgenPress. Tra oggi e domani, rassicura il commissario all’emergenza Figliuolo, sono in arrivo in Italia 1,3 milioni di dosi di vaccino. E sulle vaccinazioni da parte dei medici di base, Figliuolo evidenzia che “dobbiamo fare tutti di più e insieme”.
“La Lombardia è pronta a partire con la vaccinazione anche nelle aziende. – dichiara il vicepresidente Letizia Moratti – C’è un tavolo tecnico in corso con la commissione salute e ci sarà un ulteriore confronto il prossimo 7 aprile, mentre l’8 il tema verrà portato in Conferenza Stato-Regioni. La nostra pozione è di vaccinare in azienda solo i dipendenti e non i famigliari. Noi siamo pronti, ma siamo in attesa di avere il piano vaccinale che ci darà il commissario”.
Il presidente della regione Liguria, Giovanni Toti, ha come obiettivo di “iniziare a parlare di riaperture, e non più di chiusure, dalla prima settimana di maggio. Se riuscissimo ad anticipare di un mese la riapertura del Paese, grazie anche alla campagna di vaccinazione e alla politica prudente di contenimento delle prossime ore, sarebbe per tutti un risultato: sia per chi deve riaprire bar o ristorante o stabilimento, sia per chi ci ascolta dai presidi sanitari”.
Vincenzo De Luca, presidente della regione Campania, vorrebbe “usare le strutture pubbliche per vaccinare gli anziani in base alle priorita’ per fasce d’eta’, ma anche per le categorie a rischio, alcune non considerate, penso agli autisti dei mezzi pubblici, ai dipendenti dei Comuni o delle poste”.
“Abbiamo deciso – annuncia De Luca – di fare due tre operazioni simboliche: intendiamo immunizzare le isole, Ischia, Capri e Procida. C’e’ una situazione di particolare difficolta’ nelle isole, ma anche un interesse nostro a lanciare la campagna turistica per la prossima estate prima di farci rubare turisti dalla Grecia o dalla Spagna, dalle isole libere dal Covid. Per noi significa fare una bella operazione sanitaria, ma anche lanciare nel mondo il turismo campano”.
Infine il ministero degli Interni chiede ai prefetti di intensificare i controlli in occasione della Pasqua: l’attenzione delle forze dell’ordine dovrà essere rivolta alla verifica “del rispetto delle misure di contenimento del contagio, con particolare riguardo a quelle riguardanti i divieti per gli spostamenti”.
- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati