Dati Covid in tempo Reale

All countries
178,635,216
Confermati
Updated on 19 June 2021 09:15
All countries
161,435,615
Ricoverati
Updated on 19 June 2021 09:15
All countries
3,867,840
Morti
Updated on 19 June 2021 09:15

Comunali. Brugnaro si conferma a Venezia. “Vince il partito del fare”. Tanti i ballottaggi

- Advertisement -
- Advertisement -

AgenPress – Luigi Brugnaro riconfermato sindaco di Venezia al primo turno, con il 54% dei voti. Sconfitto Pier Paolo Baretta, del centrosinistra, con il 29,4%. È questo il dato principale che emerge dalla tornata delle Comunali, che hanno coinvolto anche 15 capoluoghi. Tra questi, in molti andranno al ballottaggio, come Reggio Calabria, Bolzano, Arezzo, Chieti, Lecco e Matera. Trento al centrosinistra con Ianeselli.

“La città ha preso coscienza di se stessa. Nelle liste ci sono candidati di grandissimo spessore civico. Si conferma una strada a guida civica, ho sempre detto di non avere nessuna tessera politica. La mia vicinanza è ai corpi intermedi e sindacali che vogliono discutere nel merito. La nostra è una lista civica appoggiata da partiti di centrodestra, e i voti lo dimostrano. Vince il partito del fare, della concretezza”, ha detto soddisfatto Brugnaro.

A Fermo  Paolo Calcinaro, sostenuto da liste civiche, è stato riconfermato con il 71,4%, relegando il principale avversario, Renzo Interlenghi del centrosinistra, al 14,8%. Stessa situazione a Mantova, dove però a imporsi è il candidato del centrosinistra, Mattia Palazzi, con il 70,9%, sul candidato del centrodestra, Stefano Rossi, fermo al 22,2%. Anche qui una riconferma, seguendo una tendenza consolidata in questo round elettorale anche per il voto ai presidenti di Regione.

Vittoria al primo turno anche a Trento, dove si è imposto il candidato del centrosinistra Franco Ianeselli, con il 54,4% contro il 30,4% del rivale di centrodestra, Andrea Merler. A Macerata vittoria per Sandro Parcaroli del centrodestra, con il 52,3%. Sconfitto Narciso Ricotta (centrosinistra), fermo al 33%.

Ballottaggio invece a Reggio Calabria, dove Giuseppe Falcomatà, del centrosinistra, e Giuseppe Minicuci, espressione del centrodestra, sono abbastanza vicini: 36,9% per il primo, 33,8% per il secondo. I giochi al secondo turno sono tutti aperti. Quasi identica situazione all’estremo opposto del Paese: a Bolzano Renzo Caramaschi (centrosinistra) è primo di un’incollatura (34% contro 33%) sul rivale Roberto Zanin (centrodestra).

Ad Arezzo invece sfiora la vittoria al primo turno il candidato del centrodestra, Alessandro Ghinelli, che si ferma al 47%, mentre lo sfidante, Luciano Ralli (centrosinistra), non va oltre il 35,3%. Anche a Lecco situazione simile, con Giuseppe Ciresa (centrodestra) che si ferma a un passo dalla vittoria (48,7%), distanziando Mauro Gattinoni (centrosinistra) al 41,7%.

Altre News

Articoli Correlati