Congresso Usa. Zelensky ricorda Mt. Rushmore, Pearl Harbor e 11 settembre. Si decide il nostro destino

- Advertisement -

AgenPress – Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha aperto il suo discorso al Congresso lodando il coraggio del popolo ucraino e dicendo che il “destino” del suo paese è stato deciso proprio ora durante l’invasione della Russia.

La capitale Kiev è “ogni giorno sotto attacco missilistico e aereo da parte delle truppe russe. Ma non si arrende”, ha detto Zelensky, rivolgendosi virtualmente al Congresso.

- Advertisement -

Ha detto che il suo paese è “nella peggiore guerra dalla seconda guerra mondiale”.

“Ho l’onore di salutarvi a nome del popolo ucraino, popolo coraggioso e amante della libertà, che da otto anni resiste all’aggressione russa”, ha detto. “Coloro che danno i loro migliori figli e figlie per fermare questa invasione russa su vasta scala”.

“In questo momento, il destino del nostro Paese si sta decidendo. Il destino del nostro popolo in cui gli ucraini saranno liberi, se saranno in grado di preservare la loro democrazia. La Russia ha attaccato non solo noi, non solo la nostra terra, non solo la nostra città, ha intrapreso una brutale offensiva contro i nostri valori, i valori umani fondamentali”.

 Zelensky ha ribadito i suoi appelli per l’istituzione di una no-fly zone sull’Ucraina, facendo riferimento al Monte Rushmore, agli attacchi a Pearl Harbor e agli attacchi terroristici dell’11 settembre 2001 nel suo discorso ai legislatori americani al Congresso mercoledì.

“La Russia ha attaccato non solo noi, non solo la nostra terra, non solo le nostre città. Ha lanciato una brutale offensiva contro i nostri valori, i valori umani fondamentali”, ha detto, parlando attraverso un traduttore. “Ha lanciato carri armati e aerei contro la nostra libertà, contro il nostro diritto di vivere liberamente nel nostro paese, scegliendo il nostro futuro. Contro il nostro desiderio di felicità, contro il nostro sogno nazionale, proprio come gli stessi sogni che avete voi, americani.  Solo come chiunque altro negli Stati Uniti.
- Advertisement -

“Ricordo il vostro memoriale nazionale a Rushmore, i volti dei vostri eminenti presidenti, coloro che hanno gettato le basi degli Stati Uniti d’America come sono oggi, democrazia, indipendenza, libertà e cura per tutti, per ogni persona, per tutti coloro che lavorano diligentemente, che vive onestamente, che rispetta la legge”.

Zelensky ha anche chiesto ai legislatori di ricordare gli attacchi di Pearl Harbor nella seconda guerra mondiale e al World Trade Center nel 2001 nel considerare la sua richiesta di aiuto. “Proprio come nessun altro se lo aspettava, non potevi fermarlo. Il nostro paese ha vissuto lo stesso ogni giorno”.

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati