Corea del Nord. Salgono i contagi da Covid. Oltre 174mila positivi, 21 decessi

- Advertisement -

AgenPress – Altri 21 decessi per il Covid-19 e ulteriori 174.400 persone “in stato febbrile” a livello nazionale, segnalando uno scenario in peggioramento.

L’agenzia Kcna ha rilasciato i dati aggiornati della crisi pandemica dopo che il leader Kim Jong-un ha presieduto una riunione mattutina del Politburo, definendo il coronavirus “un grande tumulto dalla fondazione del Paese”. Un totale di 524.440 persone ha mostrato sintomi di febbre tra fine aprile e il 13 maggio, secondo la Kcna, di cui 243.630 guarite e circa 280.810 in cura. Giovedì lo Stato eremita ha ufficializzato il primo focolaio in oltre due anni di pandemia.

- Advertisement -

La Corea del Nord ha un sistema sanitario quasi inesistente, tra i peggiori al mondo, con la carenza cronica di medicinali e attrezzature essenziali. Senza vaccini contro il Covid, farmaci antivirali o capacità di test di massa, la Corea del Nord avrà gravi difficoltà a gestire un’epidemia di massa. La situazione è stata descritta come “un grande tumulto dalla fondazione del Paese”, ma il leader ha esortato tutte le autorità competenti a guardare alle misure di controllo del coronavirus “di successo” adottate da altri Paesi, inclusa la Cina che è l’alleato storico dello Stato eremita. “È bene imparare dai successi antiepidemici e dall’esperienza già acquisita dalla Cina e dal popolo cinese nella lotta al virus maligno”, ha affermato ancora l’agenzia ufficiale.

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati