Dati Covid in tempo Reale

All countries
161,162,658
Confermati
Updated on 13 May 2021 12:36
All countries
139,974,551
Ricoverati
Updated on 13 May 2021 12:36
All countries
3,347,560
Morti
Updated on 13 May 2021 12:36
spot_img

Coronavirus. Francia. L’11 maggio, “non andremo dal nero al bianco, andremo dal nero al grigio scuro”

Agenpress – Molte incertezze incombono sulla possibile riduzione del contenimento dall’11 maggio in Francia, dove l’epidemia di Covid-19 ha ucciso oltre 15.000 persone e continua a alimentare una crisi economica che durerà “anni” .

L’11 maggio, “non andremo dal nero al bianco, andremo dal nero al grigio scuro”, ha detto il presidente del Consiglio scientifico del governo mercoledì prima della missione di accertamento dell’Assemblea su Covid-19. .

“È un continuum, non ci sarà un prima e un dopo. Dobbiamo essere estremamente attenti a ciò, altrimenti il ​​virus può ricominciare”, ha avvertito il professor Jean-François Delfraissy.

La comunità medica è cauta sull’evoluzione dell’epidemia che ha causato 15.729 morti negli ospedali e nelle case di riposo, inclusi 762 decessi aggiuntivi registrati in 24 ore, la più grande valutazione giornaliera dall’inizio dell’epidemia.

“È difficile determinare con qualche settimana di anticipo” le dinamiche dell’epidemia, ha affermato la professoressa Renaud Piarroux, capo del servizio di parassitologia a Pitié-Salpêtrière, a Parigi.

“Quando guardiamo a quello che sta succedendo in Italia, in isolamento per dieci giorni in più rispetto a noi, c’è ancora una trasmissione molto alta e questa è la mia preoccupazione”, ha detto sull’Inter.

Antoine Flahault, professore di sanità pubblica all’università di Ginevra, direttore dell’Istituto di salute globale, è più ottimista: “È realistico pensare che la recessione sarà in gran parte iniziata l’11 maggio, forse noi avrà anche buone notizie prima. “

In ogni caso, 18 milioni di persone a rischio dovranno rimanere confinate, ha avvertito la professoressa Delfraissy davanti alla commissione del Senato, al mattino.

Secondo lui, il deconfinamento dovrebbe essere rinviato se non sono soddisfatte le condizioni essenziali, in particolare un numero sufficiente di test di screening e l’istituzione di un sistema per rintracciare i contatti di casi appena identificati.

spot_imgspot_img
spot_img

Altre News

Articoli Correlati