Dati Covid in tempo Reale

All countries
264,331,164
Confermati
Updated on 2 December 2021 22:08
All countries
236,639,159
Ricoverati
Updated on 2 December 2021 22:08
All countries
5,248,051
Morti
Updated on 2 December 2021 22:08

Coronavirus. Giappone. In aumento i casi. 7 letti terapia intensiva ogni 100mila abitanti

- Advertisement -

Agenpress –  Nelle scorse settimane, i casi di coronavirus in Giappone hanno avuto un picco,  da venerdì, si sono verificati  9.787 casi confermati, tra cui 190 decessi, secondo la Johns Hopkins University. Il 1 ° marzo, il paese ha avuto 243 casi.

Il forte aumento ha spinto il primo ministro Shinzo Abe ad estendere lo stato di emergenza da sette prefetture a tutto il paese. Venerdì, ha anche promesso di fornire attrezzature mediche come maschere chirurgiche, camici e protezioni per il viso agli ospedali che soffrono di una grave carenza di attrezzature entro una settimana.
All’inizio di questa settimana, un team di esperti del governo ha avvertito che il Giappone potrebbe avere più di 400.000 morti per coronavirus se non si dovessero prendere misure come il distanziamento sociale.
Ma la maggior parte dei decessi, hanno avvertito, potrebbe derivare dalla mancanza di ventilatori.
La scarsità di forniture mediche è diventata evidente questa settimana quando il sindaco di Osaka Ichiro Matsui ha esortato le persone a donare impermeabili inutilizzati affinché gli operatori sanitari potessero utilizzarli come dispositivi di protezione individuale, dopo essere stati costretti a indossare sacchi della spazzatura.
Gli esperti affermano che la carenza medica combinata con tassi di test relativamente bassi e la mancanza di disposizioni giapponesi per il telelavoro minaccia di creare un aumento potenzialmente esplosivo nei casi.
Takayuki Miyazawa, un virologo dell’Università di Kyoto, ha affermato che per contenere il virus, il governo deve essere onesto con le persone su come sarà la vita con il virus per il prossimo futuro: in particolare, molta distanza sociale e lavoro a distanza.
“I politici stanno dando troppe speranze alle persone e stanno dicendo loro di sopportare lo stato di emergenza fino al 6 maggio, quando si prevede che si risolverà”, ha dichiarato Miyazawa. “Quindi la gente pensa che tutto questo finirà entro il 6 maggio, ma non hanno capito la realtà – che dobbiamo continuare a tenere la guardia contro il virus”.
A livello nazionale, il Giappone ha solo sette letti in terapia intensiva per 100.000 cittadini, rispetto al 35 per 100.000 cittadini negli Stati Uniti, secondo la Japanese Society of Intensive Care.
C’è anche una preoccupazione per la carenza di attrezzature. Secondo le informazioni fornite dalla Society of Respiratory Medicine del paese, ci sono solo 22.000 ventilatori per una popolazione di oltre 126 milioni. Alla fine di febbraio, il 40% era in uso.
Kajiwara ha affermato che il suo team sta facendo tutto il possibile per prendersi cura dei pazienti, sapendo che alcuni non ce la faranno e che anche loro corrono il rischio di infezione.
“Voglio mantenere la speranza”, ha detto. “L’intera esperienza mi ha fatto pensare che vivevamo così comodamente in Giappone e abbiamo dato molte cose per scontate. Penso che le persone stiano realizzando ciò di cui hanno bisogno e che cosa è veramente importante per loro adesso.”
- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati