Dati Covid in tempo Reale

All countries
244,689,000
Confermati
Updated on 25 October 2021 20:44
All countries
219,992,007
Ricoverati
Updated on 25 October 2021 20:44
All countries
4,967,955
Morti
Updated on 25 October 2021 20:44

Coronavirus. Usa. Cina nascose virus e tagliò esportazione forniture mediche per fare scorte

- Advertisement -
- Advertisement -

Agenpress – La Cina ha tagliato le sue esportazioni di forniture mediche “prima di notificare all’Oms che il Covid-19 era contagioso”.

Lo sostiene un rapporto del governo Usa su Pechino e il coronavirus di cui la Cnn ha rivelato qualche stralcio e che ieri notte il presidente Trump ha dichiarato che sarà diffuso a breve. Secondo una fonte dell’amministrazione vicino al dossier, la Cina “ha pubblicamente sempre negato di aver imposto un bando sull’esportazione di mascherine e altre forniture mediche”.

I leader cinesi “hanno intenzionalmente nascosto la gravità” della pandemia dal mondo all’inizio di gennaio, secondo un rapporto di intelligence di quattro pagine del Dipartimento di sicurezza nazionale datato 1 maggio e ottenuto da The Associated Press. La rivelazione arriva quando l’amministrazione Trump ha intensificato le sue critiche alla Cina, con il segretario di Stato Mike Pompeo che ha dichiarato domenica che quel paese era responsabile della diffusione della malattia e deve essere ritenuto responsabile.

La Cina ha tenuto nascosta la gravità del coronavirus e quanto fosse contagioso per accumulare le scorte di forniture e apparecchiature mediche necessarie. I leader cinesi hanno “deliberatamente nascosto la gravità” del coronavirus al resto del mondo agli inizi di gennaio, si legge. Mentre minimizzava il virus, la Cina aumentava le importazioni e riduceva le esportazioni di forniture mediche. Nel documento la Cina è accusata anche di non aver informato l’Organizzazione Mondiale della Sanità sul fatto che il virus fosse “contagioso” per gran parte del mese di gennaio in modo da poter ordinare forniture mediche dall’estero – e che le sue importazioni di maschere per il viso, camici chirurgici e guanti sono aumentate drasticamente.

Tali conclusioni si basano sulla probabilità del 95% che i cambiamenti della Cina nelle importazioni e nel comportamento delle esportazioni non rientrassero nell’intervallo normale, secondo il rapporto.

La Cina ha informato l’OMS dell’epidemia il 31 dicembre. Ha contattato i Centri statunitensi per il controllo delle malattie il 3 gennaio e ha identificato pubblicamente l’agente patogeno come un nuovo coronavirus l’8 gennaio.

I funzionari cinesi hanno zittito i medici che avevano avvertito del virus all’inizio e hanno ripetutamente minimizzato la minaccia dell’epidemia. Tuttavia, molti dei passi falsi del governo cinese sembrano essere stati dovuti a ostacoli burocratici, controlli rigorosi sulle informazioni e funzionari titubanti nel riferire cattive notizie. Non ci sono prove pubbliche che suggeriscano che si trattasse di un complotto intenzionale per acquistare le forniture mediche del mondo.

Altre News

Articoli Correlati