Dati Covid in tempo Reale

All countries
331,257,848
Confermati
Updated on 18 January 2022 01:35
All countries
266,753,752
Ricoverati
Updated on 18 January 2022 01:35
All countries
5,563,212
Morti
Updated on 18 January 2022 01:35

Covid, Cacciari: “Scuola? E’ il fallimento totale di questa politica”

- Advertisement -

AgenPress. Il filosofo Massimo Cacciari è intervenuto ai microfoni della trasmissione “L’Italia s’è desta”, condotta dal direttore Gianluca Fabi, Matteo Torrioli e Daniel Moretti su Radio Cusano Campus.

Sulla riapertura delle scuole. “E’ il fallimento totale di questa politica. Il Paese che ha tenuto i ragazzi più a lungo a casa, con quali risultati? Continuano a raccontarsi di essere il governo più efficiente del mondo, ma in base a che cosa? Fino a che punto gli italiani subiranno queste menzogne? Sono due anni che ci raccontano palle. Ci sono Paesi ormai fuori da questo delirio: Giappone, India, Brasile, Sud Africa, tutti Paesi che non si sono sognati di chiudere le scuole.

- Advertisement -

I ricoveri per patologie neuropsichiatriche sono aumentati di oltre l’80% quest’anno, i suicidi del 140%. Medici, anestesisti dicono che non riescono a curare i malati di tumore o le persone che arrivano in pronto soccorso dopo un incidente. Non c’è solo il covid, possibile che non lo capiscano? Che riapertura è quella delle scuole, se dopo 2 contagi richiudono? E’ un’isteria collettiva come hanno detto il prof. Silvestri e il prof. Crisanti, siamo al di là di ogni ragionevolezza. E’ evidente che questa stretta draconiana ulteriore non ha alcun fondamento, siamo al 2% di persone che hanno sintomi gravi da terapia intensiva”.

Sull’aumento dei contagi. “Se nella popolazione maschile sopra i 60 anni si mette l’obbligo di DPA, salterà fuori che tutti i maschi italiano sopra i 60 anni hanno dei guai alla prostata. Il tampone serve per uno che ha dei sintomi, se uno non ha dei sintomi cosa andiamo a fare? E’ chiaro che se tutti ci facciamo il tampone viene fuori che c’è una marea di contagiati, ma il dato significativo è quello delle terapie intensive e dei decessi e attualmente in terapia intensiva ci sono 1500 persone a fronte di una disponibilità di 9mila”.

Sul vaccino. “Quando la popolazione è all’85% vaccinata e si sa che questo vaccino ha efficacia non oltre i 6 mesi, questo vaccino lo usiamo noi europei e gli americani e siamo gli unici che sono ancora in questa situazione. Gli altri paesi hanno fatto il vaccino cinese e russo, non so se sia più efficace, ma sta di fatto che noi siamo gli unici ancora in questa situazione, quello che abbiamo noi non è IL vaccino, è un vaccino. Gli effetti della terza dose non sono stati assolutamente verificati, è scritto su tutte le riviste medico-scientifiche. Certamente il vaccino ha ridotto degenze e mortalità, poi però ci sono un sacco dei dubbi su questo vaccino, sulla terza dose, sui vaccini per i bambini, e questi dubbi non lo dice Cacciari, li dice anche quello che questo vaccino lo ha costruito come Malone. Non si capisce perché queste notizie non vengano fuori, non avevo mai visto nel nostro Paese una unanimità della stampa così a favore del governo.

- Advertisement -

Andiamo a vedere l’indice di rilevanza scientifica tra gli scienziati italiani, quelli più in alto sono fuori completamente dai media. Perché il governo non organizza una bella conferenza scientifica tra esperti così sentiamo davvero cosa pensano gli scienziati? Continuando con questo vaccino ci sarà una quarta, poi una quinta dose, allora cosa succederà ci sarà una carta d’identità sanitaria? L’obbligo vaccinale è un tso, è evidente, tant’è vero che viene sanzionato, se non ti vaccini sei fuori legge. Questo governo continua ad agire per decreto, senza dibattito parlamentare, senza confronto, senza discussione. Io ho decine di amici no vax che se ne strafottono dell’obbligo perché hanno l’automobile, hanno l’ufficio personale e ci vanno quando vogliono senza nessuno che gli chiede il green pass e il poveraccio invece viene sospeso e non prende più lo stipendio”.

Sulla strategia del governo. “Non penso che i nostri governanti abbiano un piano, una strategia, non penso che ci sia un complotto. C’è una grande corrente internazionale che mira ad un cambiamento delle forme di governo, che svuotano le funzioni dei parlamenti per uno Stato amministrativo fondato su un Presidente che decide, su una burocrazia potente composta da tecnici di fiducia del Presidente e sulle forze dell’ordine, una forma di democrazia autoritaria, è una forma dell’epoca. Vogliamo dare una forma a questa tendenza o reagire? Discutiamone, invece qui siamo talmente ciechi da non capire che il mondo ha preso questa direzione e continuano a governare con le emergenze, senza comprendere il problema. I partiti sono completamente assenti. Il PD è il governo, è Draghi”.

 

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati