Dati Covid in tempo Reale

All countries
179,937,807
Confermati
Updated on 23 June 2021 08:29
All countries
162,986,368
Ricoverati
Updated on 23 June 2021 08:29
All countries
3,898,312
Morti
Updated on 23 June 2021 08:29

Covid. Caritas. 45% di nuovi poveri. 7,5 mln di italiani non riescono a pagare le bollette

- Advertisement -
- Advertisement -

AgenPress – “Caritas italiana e le Caritas diocesane in questi mesi hanno visto crescere il numero di persone che a loro si sono rivolte per usufruire dei servizi erogati: materiali e non. Proprio le rilevazioni della Caritas ci dicono che, analizzando il periodo maggio-settembre del 2019 e confrontandolo con lo stesso periodo del 2020, è emerso che l’incidenza dei ‘nuovi poveri’ è passata dal 31% al 45%: quasi una persona su due che si rivolge alla Caritas lo fa per la prima volta”.

Lo dice il presidente della Cei, card. Gualtiero Bassetti, ai lavori del Consiglio episcopale permanente, lanciando l’allarme sulla “frattura delle nuove povertà”

“È aumentato in particolare il peso delle famiglie con minori, delle donne, dei giovani, dei nuclei di italiani che risultano in maggioranza (52% rispetto al 47,9% dello scorso anno) e delle persone in età lavorativa”. Secondo Bassetti, “è evidente che alla solidarietà generosa di molti, bisogna affiancare la volontà politica di andare oltre la logica delle misure d’urgenza e di sollievo temporaneo per elaborare una strategia che sia davvero di sistema, anche al fine di impiegare al meglio le risorse in arrivo”.

“Dall’osservatorio della Consulta Nazionale Antiusura Giovanni Paolo II con le sue 32 Fondazioni che operano in tutta Italia, viene rilevato un quadro preoccupante che va dalle famiglie e piccole imprese familiari divenute insolventi – sono 3 milioni di nuclei, per circa 7,5 milioni di persone fisiche; a quelle che avevano già varcato la soglia di rischio e sono ora in fallimento ‘tecnico’ per debiti – sono 2 milioni e 250 mila unità, per 6,5 milioni di persone; infine a quelle a rischio di usura – quantificabili in 350 mila famiglie e in 800 mila persone”, s

“Occorre disegnare nuovi strumenti e soluzioni sostenibili e innovative dal punto di vista sociale – aggiunge – e mettere in campo azioni di prossimità alle situazioni di fragilità economico-finanziaria, attraverso le quali intercettare i soggetti in difficoltà, ascoltarli e aiutarli a compiere le scelte giuste ai primi segnali di allarme senza attendere inerti l’aggravarsi della situazione”.

“Si tratta di azioni da realizzarsi a livello capillare sul territorio da Istituzioni, Terzo Settore, parrocchie supportate dalle Caritas e dalle Fondazioni Antiusura, perché nessuno sia lasciato solo di fronte allo sconvolgimento psicologico, economico e spirituale che tutto ciò provoca e per evitare che a farsi prossime siano le organizzazioni criminali”.

Altre News

Articoli Correlati