Dati Covid in tempo Reale

All countries
196,155,917
Confermati
Updated on 28 July 2021 12:54
All countries
176,086,148
Ricoverati
Updated on 28 July 2021 12:54
All countries
4,196,672
Morti
Updated on 28 July 2021 12:54

Covid. Sileri, entro 10 giorni variante Delta prevalente. Vanno rafforzati i controlli

- Advertisement -
- Advertisement -

AgenPress – “Entro dieci giorni questa mutazione del virus diventerà prevalente, superando quella inglese. Non c’è bisogno di ripristinare l’obbligo di mascherina all’ aperto, ma vanno rafforzati i controlli in caso di assembramenti”.

Così il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri in un’intervista su ‘La Stampa’. Serve “una costante opera di vigilanza, vanno potenziati i controlli nei luoghi della movida, perché dove non si mantengono le distanze si deve indossare la mascherina”, altrimenti “devono scattare le sanzioni”.

“Sappiamo che l’evoluzione sarà simile a quella che abbiamo visto in Gran Bretagna: entro fine mese i contagi saranno 3 o 4 volte quelli attuali e durante l’estate continueranno a crescere. Ma, dall’altra parte, aumenteranno progressivamente i cittadini vaccinati con doppia dose, a settembre saremo intorno al 70-75% di immunizzati”.

Non si può escludere “che ci sia qualche passo indietro, con cambi di colore di alcune Regioni e istituzione di zone rosse a livello locale. Dovremo, però, fare riferimento al numero di ricoveri, più che a quello dei contagi”.

Oltre a spingere sulle vaccinazioni, “bisogna intercettare quanti più positivi possibile, soprattutto quelli asintomatici. In questo senso, resto favorevole alla riapertura delle discoteche, a patto che sia gestita con regole ferree, compreso l’obbligo di tampone per poter entrare”.

Se la percentuale di vaccinati tra i 12 e i 19 anni, si mantenesse bassa, “non potrà essere garantita una ripresa al 100% delle lezioni in presenza, almeno nelle prime settimane. Poi andrà potenziata la campagna diagnostica nelle scuole, con tutti i mezzi disponibili”.

a i docenti, 215 mila non sono vaccinati, ma Sileri è contrario all’obbligo “perché si tratta del 15% del totale e distribuito solo in alcune Regioni, più di 60 mila solo in Sicilia”. Bisogna “far capire al personale scolastico che deve vaccinarsi innanzitutto per tutelarsi, perché lavoreranno in un contesto a rischio”.

Altre News

Articoli Correlati