Dati Covid in tempo Reale

All countries
198,031,336
Confermati
Updated on 31 July 2021 04:59
All countries
177,204,802
Ricoverati
Updated on 31 July 2021 04:59
All countries
4,224,346
Morti
Updated on 31 July 2021 04:59

Covid. Team esperti Oms arrivato a Wuhan. Negato l’ingresso a due membri perché positivi

- Advertisement -
- Advertisement -

AgenPress – Il team di esperti dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) incaricato di indagare sull’origine del Covid-19 è arrivato oggi in Cina a Wuhan, culla della pandemia. Lo si apprende dalle immagini della tv pubblica Cgtn.

La Cina ha negato l’ingresso a due membri del team investigativo sul Covid-19 dell’Oms dopo che la loro positività è stata registrata tramite i test sugli anticorpi fatti a Singapore. Lo scrive il Wall Street Journal, citando fonti vicine al dossier. Gli altri 15 componenti della delegazione, invece, hanno raggiunto come da programma la città di Wuhan, focolaio dell’epidemia trasformatasi in pandemia.

I funzionari cinesi coinvolti nel processo di screening hanno impedito ai due membri della delegazione dell’Oms di salire sull’aereo per Wuhan dopo che entrambi sono risultati positivi agli anticorpi Covid-19 nei test sierologici basati sul sangue nel transito a Singapore.

La delegazione di 15 membri è poi arrivata come previsto a Wuhan, il capoluogo dell’Hubei, ha aggiunto il Wsj. Il primo pesante intoppo ha aggiunto ulteriori complicazioni a una missione già carica di sensibilità politiche, con Pechino che ha avviato un’ampia campagna per mettere in dubbio le origini di un agente patogeno scoperto per la prima volta in tutta la sua virulenza nella Cina centrale.

La missione dell’Oms è giunta proprio quando più di 28 milioni di persone nel nord della Cina sono finite in lockdown e una provincia, quella di Heilongjiang, è entrata in ‘stato di emergenza’ allo scopo di stroncare un focolaio di coronavirus, mentre la situazione più critica è nella provincia di Hebei, con ben 22 milioni di persone di lockdown. La Cina, che finora ha in gran parte tenuto sotto controllo la pandemia con rigidi controlli e test di massa, sostenendo così la ripresa economica, sta fronteggiando focolai sparsi. La Commissione sanitaria nazionale ha detto, nei suoi bollettini quotidiani, che mercoledì sono stati rilevati 138 infezioni (124 casi a trasmissione domestica e 14 importati), il livello più alto da marzo, è un decesso per la prima volta dopo 8 mesi, per un totale salito a quota 4.635.

Altre News

Articoli Correlati