Home Coronavirus Covid. Tornano a salire i contagi in Europa. Emergenza in Romania: scuole...

Covid. Tornano a salire i contagi in Europa. Emergenza in Romania: scuole chiuse, coprifuoco

0
106
AgenPress – Nonostante l’ampia disponibilità di vaccini quest’inverno rispetto all’ultimo, l’Europa è l’unica parte del mondo che riporta un aumento di nuovi casi di Covid-19 a livello globale , ha affermato mercoledì l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS). Questa è la terza settimana consecutiva in cui la regione registra un aumento dei casi, ha aggiunto.
Secondo i dati del Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (ECDC), la sofferenza è stata acuta nell’Europa orientale e in Russia, combattendo contro i crescenti decessi e i casi alimentati dall’esitazione del vaccino che ha visto i tassi di copertura scendere fino al 24% .
Giovedì scorso, la Lettonia è diventata il primo paese dell’Unione europea a imporre un blocco mentre il paese lotta con un picco di casi a causa della bassa diffusione delle vaccinazioni. Solo il 56% di tutti gli adulti ha avuto entrambe le dosi di jab rispetto alla media UE del 74,6%.
Il ministro della Sanità belga Frank Vandenbrouck ha dichiarato  che il paese era in una quarta ondata. Oltre l’85% della popolazione adulta è completamente vaccinata e i funzionari affermano che la stragrande maggioranza dei pazienti ospedalizzati con Covid-19 non è stata vaccinata. 
I diversi tassi di vaccinazione hanno messo l’Europa orientale e occidentale su due binari separati, ma ciò che condividono sono i tassi di casi guidati più in alto dall’allentamento delle restrizioni sulla pandemia con l’apertura delle economie, il freddo che spinge le persone al chiuso e la variante Delta altamente trasmissibile, ora dominante ceppo nella regione, ha detto il  dottor Peter Drobac, un esperto di salute globale presso la Saïd Business School dell’Università di Oxford in Inghilterra.
La Romania reintrodurrà il coprifuoco notturno e renderà obbligatori i pass sanitari per la maggior parte dei luoghi, giorni dopo aver registrato 19,25 decessi per milione di persone, uno dei tassi di mortalità pro capite di Covid-19 più alti al mondo.
Le scuole resteranno chiuse per almeno una settimana e l’obbligo del Green pass si allarga ad una serie di attività non previste in precedenza, tra l’altro per l’ingresso in luoghi non essenziali come i centri commerciali e in tutti i negozi non alimentari, mentre l’obbligo della mascherina è valido dappertutto, incluso per strada. Vengono sospese tutte le feste private come matrimoni e battesimi e viene reimposto il coprifuoco notturno in tutto il paese a partire dalle 22 fino alle 5 del mattino (libera circolazione invece per chi ha il certificato verde).
La vicina Ucraina ha riportato il più alto numero giornaliero di casi di Covid-19 dall’inizio della pandemia giovedì, di 22.415 casi, giorni dopo che il presidente Volodymyr Zelensky ha implorato i cittadini di vaccinarsi, affermando che era l’unico modo per prevenire un blocco.
La Russia sta attraversando la sua fase peggiore della pandemia. Mosca ha iniziato un blocco di 10 giorni lunedì poiché i suoi funzionari hanno ammesso apertamente che il paese sta affrontando un terribile inverno. Ha riportato il numero più alto di casi e decessi giornalieri più volte negli ultimi giorni e mercoledì ha registrato un record di 1.028 decessi ufficiali.
Anche l’Europa occidentale vede l’aumento dei casi di Covid-19 nonostante alcuni paesi godano di una copertura vaccinale quasi universale . Il tasso di incidenza di Covid in Germania è salito a 100 nuove infezioni ogni 100.000 abitanti sabato per la prima volta da maggio. Il Belgio, insieme all’Irlanda, sta registrando uno dei tassi di casi più alti dell’Europa occidentale, secondo l’ECDC, rispettivamente di 325,76 e 432,84 per 100,00 persone.
Il Robert Koch Institut, ha segnalato un aumento dell’incidenza settimanale su 100 mila abitanti passata a 110,1. I nuovi contagi nelle 24 ore sono invece 6.573, per l’effetto weekend.