Covid, a Budapest gli psicologi aiutano medici e infermieri

- Advertisement -

AgenPress. Quasi 250 psicologi ungheresi offrono aiuto gratuito a medici e infermieri che combattono con la pandemia in prima linea da oltre un anno.

Gli operatori sanitari sono sotto pressione, il loro carico di lavoro è aumentato drammaticamente e, nonostante i loro sforzi, molti pazienti continuano a morire a causa del Covid. Un aiuto psicologico è essenziale.

- Advertisement -

“Più di qualcuno è costretto a tornare nel luogo dove ha subito il trauma e a non poterne parlare con qualcuno. Potrebbe portare alla depressione e a un grave stato di ansia, o persino all’autolesionismo. Si sono verificati anche casi tragici di suicidio. Dobbiamo assolutamente intervenire – spiega uno psicologo – “.

Negli ospedali di Budapest e di tutta l’Ungheria, ai medici e agli infermieri vengono chiesti solo ulteriori carichi di lavoro, ma nessuno chiede loro: come state? E per gli stessi giornalisti, gli ospedali sono zone off-limits. Vietato fare domande scomode.

 

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati