Dimissioni Boris Johnson. Cremlino: “non ci piaceva”. Medvedev: “vanno via i migliori amici di Kiev”

- Advertisement -

AgenPress –  “Speriamo che persone più professionali e in grado di prendere decisioni attraverso il dialogo arriveranno un giorno al potere in Gran Bretagna”. Lo ha detto il portavoce del Cremlino, Dmitri Peskov, rispondendo a una domanda sulla crisi nel Regno Unito e alle previste dimissioni di Boris Johnson.

Il Cremlino sta seguendo la situazione politica in Gran Bretagna ma questa “non può essere una priorità” del governo russo, ha aggiunto. “Per quanto riguarda lo stesso signor Johnson – ha detto Peskov riferendosi al premier britannico – non gli piacciamo molto. Non ci piace nemmeno lui”.

- Advertisement -

“Notizie da Londra. I ‘migliori amici dell’Ucraina’ se ne vanno. La ‘Vittoria’ è in pericolo! Il primo è andato…”., è  il commento sarcastico su Telegram dell’ex presidente e attuale vice presidente del Consiglio di Sicurezza russo, Dmitri Medvedev,  definendo la crisi “il logico risultato dell’arroganza britannica e della politica mediocre. Soprattutto sulla scena internazionale”. Il post termina con un “P.S. Attendiamo notizie da Germania, Polonia e Stati baltici”, seguito da uno smile che ride fino alle lacrime.

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati