Dati Covid in tempo Reale

All countries
331,653,105
Confermati
Updated on 18 January 2022 08:36
All countries
266,997,342
Ricoverati
Updated on 18 January 2022 08:36
All countries
5,564,242
Morti
Updated on 18 January 2022 08:36

Dipartimento Stati Uniti nomina 2 funzionari veterani per aiutare le ragazze e le donne afgane

- Advertisement -

AgenPress – Il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti nominerà due funzionari veterani per guidare gli sforzi dell’amministrazione Biden per migliorare le condizioni delle donne e delle ragazze afgane, secondo quanto riportato da NBC News.

NBC News ha detto che la nomina dei due funzionari sarà annunciata mercoledì dal Dipartimento di Stato.

- Advertisement -

“Il segretario di Stato Antony Blinken dovrebbe nominare Rina Amiri inviato speciale per le donne, le ragazze e i diritti umani afghani. Blinken nominerà anche Stephenie Foster, un’altra veterana del Dipartimento di Stato, come consulente senior per le questioni relative a donne e ragazze come parte del team dell’agenzia per gli sforzi di ricollocazione in Afghanistan”.

Amiri è stato inviato speciale degli Stati Uniti per l’Afghanistan e il Pakistan durante l’amministrazione Obama. È stata anche membro del team politico del Segretario generale delle Nazioni Unite in Afghanistan durante l’attuazione dell’accordo di Bonn. Foster ha lavorato per il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti. 

L’Afghanistan attualmente affronta gravi sfide economiche e umanitarie. Secondo l’ONU, le donne e le ragazze afgane stanno pagando un prezzo particolarmente alto per la povertà e la fame persistenti nel paese.

- Advertisement -

“Mentre sempre più afgani lottano per soddisfare i loro bisogni primari, le persone in situazioni vulnerabili – in particolare le famiglie con bambini a capo di donne – sono spinte ad adottare misure disperate, compreso il lavoro minorile, il matrimonio dei bambini per garantire la loro sopravvivenza e – secondo ad alcuni rapporti, persino alla vendita di bambini”, ha affermato Nada Al-Nashif, vice alto commissario delle Nazioni Unite per i diritti umani, durante il briefing delle Nazioni Unite questo mese a Ginevra.

A seguito del cambiamento politico del 15 agosto, le scuole secondarie femminili sono rimaste chiuse nella maggior parte delle province del Paese, inclusa Kabul.

Martedì, decine di donne sono scese in strada a Kabul per quelle che hanno definito “nuove restrizioni” imposte loro dall’Emirato islamico.

“Ci siamo riuniti per alzare la voce contro le restrizioni imposte alle donne; le nostre scuole sono chiuse, ci hanno tolto opportunità di lavoro, ora ci ordinano di non uscire soli dalle nostre case. Stanno parlando dei diritti descritti dall’Islam: l’Islam ordina che una nazione abbia fame, l’Islam dice di proibire alle ragazze di ricevere un’istruzione?” ha detto Shayesta, un manifestante.

L’Emirato islamico, tuttavia, ha ripetutamente affermato che le donne hanno diritti basati sulle norme islamiche.

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati