Evoluzione dei pinguini. Nati 60 mln di anni fa, con il tempo hanno perso la capacità di volare

- Advertisement -

AgenPressNuove intuizioni sull’evoluzione dei pinguini sono rivelate in uno studio pubblicato  pubblicato sulla rivista Nature Communications, è stato guidato dall’Università danese di Copenhagen e dall’Istituto di Genomica Beijing (Bgi) di Shenzhen, in Cina.

 I risultati aiutano la nostra comprensione di come i pinguini sono passati all’ambiente marino e di come gli animali possono adattarsi agli ambienti più estremi della Terra.

- Advertisement -

I pinguini hanno avuto origine più di 60 milioni di anni fa e hanno sviluppato un piano corporeo altamente specializzato; prima della formazione delle calotte polari avevano già perso la capacità di volare ed erano in grado di immergersi con propulsione alare. Studi precedenti hanno evidenziato la diversificazione dei pinguini moderni, ma sono limitati da problemi di campionamento e non hanno ancora integrato specie estinte.

Theresa Cole e colleghi hanno analizzato i set di dati combinando i dati genomici di tutti i lignaggi viventi e recentemente estinti con i dati dei fossili per ricostruire la storia evolutiva dei pinguini. Gli autori mostrano che la diversificazione dei pinguini è stata guidata dalle oscillazioni climatiche globali tra periodi freddi e caldi che hanno portato le popolazioni di singole specie a contrarsi e poi espandersi in tutto l’Oceano Antartico. Suggeriscono inoltre che i pinguini abbiano tra i tassi evolutivi più bassi osservati tra gli uccelli fino ad oggi e che questi tassi siano correlati negativamente con la temperatura ambientale. Gli autori hanno esaminato il processo evolutivo dei singoli geni tra i lignaggi dei pinguini e hanno identificato i geni che possono svolgere un ruolo nella termoregolazione, nell’ossigenazione, nell’immersione, nella vista, nella dieta e nella dimensione corporea.

Gli autori avvertono che, dato l’habitat limitato e l’attuale ritmo di riscaldamento nell’Oceano Antartico, le loro scoperte sollevano interrogativi sulla capacità di adattamento dei pinguini nel prossimo futuro.

- Advertisement -

Prima che si formassero le calotte polari avevano già perso le capacità necessarie per il volo, utilizzando invece le loro ali per ‘volare’ attraverso l’acqua.

I pinguini sono uno dei gruppi di uccelli più iconici, e servono sia come esempio da manuale dell’evoluzione dell’ecologia acquatica secondaria, sia come sentinelle per l’impatto del cambiamento globale sulla salute dell’ecosistema.

Sebbene nell’immaginario popolare siano spesso associati all’Antartide, i pinguini hanno avuto origine più di 60 milioni di anni fa (Mya), evolvendosi in immersioni con propulsione alare e perdendo la capacità di volo aereo molto prima della formazione delle calotte polari. Nel corso del tempo, i pinguini hanno sviluppato la serie di caratteristiche morfologiche, fisiologiche e comportamentali che li rendono probabilmente gli uccelli più specializzati in modo univoco tra tutti gli uccelli esistenti. Questi adattamenti hanno permesso ai pinguini di colonizzare alcuni degli ambienti più estremi della Terra.

 

 

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati