Festival di Yulin: i cani vengono uccisi in modo brutale. Il tema approda in Senato

- Advertisement -

AgenPress. Come ogni anno, il 21 giugno è una data tristemente nota per l’inizio del festival di Yulin, manifestazione incentrata sul consumo di carne di cane ad uso alimentare. I cani vengono uccisi in modo brutale e crudele, in quanto vige la convinzione che maggiore è la sofferenza inflitta ai poveri animali, maggiori saranno le proprietà positive a seguito dell’assunzione.

Nonostante il tema sia conosciuto e l’opinione pubblica italiana condanni fermamente queste atrocità, la politica ha finora nicchiato sull’argomento, non registrando prese di posizioni forti, salvo fatto per un intervento alla Camera dei Deputati dell’On. Filippo Maturi e una sua interrogazione parlamentare al ministro degli Esteri durante questa legislatura.

- Advertisement -

Proprio per questo motivo, il 21 giugno di quest’anno, il dipartimento tutela benessere animale della Lega, guidato dall’on. Maturi, organizza in Senato una conferenza stampa per far ulteriormente conoscere questo tema alla cittadinanza, coinvolgendo i principali attori italiani impegnati nel salvataggio dei cani destinati a questo orrore.

Interverranno dunque Davide Acito attivista e Presidente di APA, Carla Rocchi Presidente ENPA – Ente Nazionale Protezione Animali, Gianluca Felicetti Presidente LAV, Alessandro Ricciuti Presidente di Animal Law Italia, Alice Trombetta direttrice esecutiva di Animal Equality Italia e la giornalista Giulia Innocenzi.

Un’occasione per cristallizzare all’interno delle istituzioni la gravità della manifestazione e la necessità di un maggiore impegno da parte della politica italiana per contribuire a porre la parola fine a questo orrore.

- Advertisement -

“Yulin rappresenta un punto talmente basso per l’umanità che nel 2022 non è assolutamente accettabile. Occorre un impegno internazionale al fine di persuadere la Cina a prendere provvedimenti determinanti al fine di estinguere queste pratiche anacronistiche e disumane. Ci sono stati dei passi avanti, il governo cinese ha emanato leggi volte a contenere il fenomeno del consumo della carne di cane – ad oggi tristemente diffuso tutto l’anno, non solo durante il festival di Yulin, che rappresenta solo la punta dell’iceberg – ma ciò non è stato sufficiente per risolvere il problema. L’impegno deve quindi continuare sul piano del confronto e della diplomazia evitando la demonizzazione di un intero popolo, ma condividendo una visione sempre più comune”, commenta il deputato della Lega e Presidente dell’intergruppo parlamentare per la tutela degli ecosistemi e biodiversità on. Filippo Maturi “l’obiettivo non è una contrapposizione culturale che potrebbe portare solo ad un irrigidimento da parte degli interlocutori, ma proporre delle soluzioni concrete e fattive per salvare quelle centinaia di migliaia di cani macellati ogni anno” conclude il deputato.

La conferenza stampa si terrà pressa la Sala Caduti di Nassirya presso il Senato della Repubblica martedì 21 giugno dalle ore 14.00.

È possibile seguire la diretta in streaming sul canale YouTube del Senato, oppure in presenza inviando una richiesta di accredito a [email protected]

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati