Filippine. Duterte accusa Putin di aver ucciso civili innocenti. “Controlla i tuoi soldati. Stanno impazzendo”

- Advertisement -

AgenPress – Il presidente uscente delle Filippine Rodrigo Duterte ha criticato il suo omologo russo Vladimir Putin per aver ucciso civili innocenti in Ucraina.

Duterte ha detto che, mentre sia lui che Putin sono stati chiamati assassini, i due uomini sono diversi.

- Advertisement -

“Molte persone dicono che Putin e io siamo uguali perché uccidiamo persone”, ha detto Duterte durante un discorso pubblico lunedì sera, secondo l’agenzia di stampa statale Filippine (Anp). 

“Ma io uccido criminali. Non uccido bambini e anziani. Quello che sta succedendo in Russia e in America è diverso da quello che sta succedendo qui”.

Duterte ha detto che non stava condannando il suo “amico” Putin, ma piuttosto condivideva il suo sentimento.

- Advertisement -

“Putin è mio amico. Ha il controllo di tutto. Comunque, ha davvero iniziato il putiferio lì. Controlla i tuoi soldati. Stanno impazzendo”, ha detto Duterte, secondo l’agenzia di stampa. 

Duterte ha anche chiesto all’ambasciata russa nelle Filippine di trasmettere il suo messaggio a Putin, dicendo che è un obbligo di Putin garantire la sicurezza degli innocenti.

“L’ambasciata russa, se stai ascoltando, non sto litigando con nessuno. Ho detto che Putin è un mio amico. Ma… è tuo obbligo morale assicurarti che i civili, gli innocenti, i bambini, gli anziani, le donne… siano troppo vulnerabili”.

 

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati