Francia. Attivista entra nella villa della figlia di Putin. Intende sistemarci i profughi dall’Ucraina

- Advertisement -

AgenPress – A Biarritz, l’attivista locale Pierre Affner è entrato nella villa della figlia di Putin Alta Mira. Hacambiato le serrature dichiarando che la villa è pronta ad accogliere i rifugiati del regime di Putin, principalmente rifugiati ucraini. La villa ha un totale di otto letti e tre bagni, ha detto Affner a The Insider.

Nella villa sequestrata in 9 avenue du general Mac-Croskey, oltre alla rivista “PIL. Development Strategy” ha trovato documenti relativi all’oligarca russo Gennady Timchenko e Kirill Shamalov, ex genero di Putin,  nonché una traduzione francese di una bolletta dell’elettricità nel luogo di registrazione a Mosca.

- Advertisement -

Tali documenti potrebbero essere necessari per aprire un conto bancario in Francia, l’acquisto della villa stessa, ecc. È stata anche trovata una procura del 2009, rilasciata da “Gennady Timchenko, cittadino finlandese” a nome della francese Francoise Duchosal, che avrebbe dovuto essere responsabile delle riparazioni della villa.

I video pubblicati online mostrano un uomo che sventola la bandiera ucraina dal balcone di una villa – che si dice si trovi nella località balneare francese di Biarritz – oltre a un tour dei lussuosi interni.

I video portano anche un testo in francese e ucraino, che dice: “Vittoria a Biarritz – la presa del palazzo di Putin” e “Ora il Palazzo del Popolo è pronto ad accogliere i profughi del regime di Putin”.

- Advertisement -

Biarritz è noto per essere popolare tra i ricchi russi e, secondo quanto riferito, i membri della famiglia di Putin possiedono proprietà nella città.

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati