Gb. I leader di Scozia, Galles e Irlanda del Nord accolgono con favore le dimissioni di Johnson

- Advertisement -

AgenPress – I leader delle amministrazioni decentrate del Regno Unito in Scozia, Galles e Irlanda del Nord hanno accolto con favore l’annuncio del primo ministro britannico Boris Johnson che intende dimettersi da leader del Partito conservatore giovedì.

Il primo ministro scozzese Nicola Sturgeon ha affermato che le dimissioni porterebbero “un diffuso senso di sollievo per il fatto che il caos degli ultimi giorni (anzi mesi) finirà”.

- Advertisement -

In una dichiarazione sul suo account Twitter, ha detto: “Boris Johnson è sempre stato manifestamente inadatto a ricoprire il ruolo di primo ministro e i conservatori non avrebbero mai dovuto eleggerlo leader o sostenerlo in carica per tutto il tempo che hanno”.

Sturgeon, che ha annunciato il mese scorso che intende tenere un referendum sull’indipendenza l’anno prossimo, ha messo in dubbio il piano di Johnson di rimanere come primo ministro fino all’autunno, dicendo che è “lontano dall’ideale e sicuramente non sostenibile”.

Mark Drakeford, il primo ministro del Galles , ha detto che Johnson ha “fatto la cosa giusta”.

- Advertisement -

“Tutte e quattro le nazioni hanno bisogno di un governo britannico stabile e sono quindi lieto di vedere che il Primo Ministro ha ora fatto la cosa giusta e ha accettato di dimettersi”, ha affermato.

Michelle O’Neill, che guida lo Sinn Fein nell’Irlanda del Nord , ha detto che era “assurdo” che Johnson potesse rimanere in carica per così tanto tempo.

“E’ stata una totale assurdità che le persone qui siano state sottoposte a Boris Johnson per un lungo periodo di tempo. È una figura di assoluto discredito. Chiunque tenti di sabotare i nostri accordi di pace, un quarto di secolo di progresso e il nostro futuro condiviso è davvero nessun nostro amico”, ha detto. Lo Sinn Fein è il gruppo più numeroso di Stormont, il parlamento devoluto dell’Irlanda del Nord.

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati