Genova. Progetto Ri.Abilitiamoci. Cavalli, cani, pony: al Gaslini nasce la “medicina a quattro zampe”

- Advertisement -
AgenPress – “Oggi,all’@ospedale.gaslini, insieme all’Unità Operativa Complessa di Neuropsichiatria Infantile dell’Istituto e con il supporto di @intesasanpaolo , abbiamo presentato il progetto ‘Una medicina a quattro zampe’ che nasce con la finalità di portare presso luoghi di cura la serenità semplice e spontanea di cavalli, pony e asinelli salvati da Progetto Islander. All’interno del reparto di Neuropsichiatria verranno proposti percorsi adeguati e plasmati secondo le esigenze dei pazienti coinvolti: con questa iniziativa i bambini potranno conoscere e occuparsi del pony Arturo, dell’asinello Salvo e del cane Ciska, con il supporto delle professionalità coinvolte, sia in ambito clinico sia in interventi assistiti con gli animali”.
L’Associazione Progetto Islander Onlus ha sviluppato Ri.Abilitiamoci: l’incontro e la reciproca riabilitazione tra animali e persone fragili.
I nostri animali hanno un passato di fragilità e sofferenza e pertanto presentano un’ulteriore sensibilità nel rapporto empatico anche con le fragilità umane. Nel cuore di Progetto Islander si è sviluppato il Progetto Ri.Abilitiamoci: l’incontro e la reciproca riabilitazione tra animali e persone fragili. La profonda sofferenza che accomuna persone fragili e cavalli maltrattati è caratterizzata spesso dall’impossibilità di verbalizzare e comunicare le proprie necessità, bisogni e desideri. Ri.Abilitiamoci si fonda sul reciproco aiuto: la persona fragile aiuta il cavallo e il cavallo aiuta la persona fragile.
Ringraziamo di cuore @vannioddera , che sull’impronta della mototerapia e i benefici che ha portato nei reparti e negli ospedali, è stato il trait d’union tra Progetto Islander e Ospedale Gaslini. @intesasanpaolo , sponsor di ‘Una medicina a quattro zampe’, è fortemente impegnata in attività sociali e culturali proprie e in collaborazione con altri soggetti. Per Intesa Sanpaolo l’attenzione alle persone, al loro benessere, alle specificità di ognuno si concretizza con il sostegno a numerose
Un grazie speciale alla Dott.sa Antonella Artuso, ideatrice e responsabile del Progetto Riabilitiamoci.
E grazie ai nostri splendidi animali che ci permettono di portare amore e momenti di felicità all’interno dell’ospedale”.
- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati