Gli Stati Uniti hanno creato 428.000 posti di lavoro ad aprile nonostante l’aumento dell’inflazione

- Advertisement -

AgenPress – L’economia americana ha creato in aprile 428 mila posti di lavoro, al di sopra delle aspettative degli analisti (tra i 380 e i 400 mila posti secondo le stime). Il tasso di disoccupazione resta al 3,6%.

Il rapporto sull’occupazione di venerdì del Dipartimento del lavoro ha mostrato che le assunzioni del mese scorso hanno mantenuto il tasso di disoccupazione al 3,6%, appena al di sopra del livello più basso in mezzo secolo.

- Advertisement -

I guadagni delle assunzioni dell’economia sono stati notevolmente coerenti di fronte alla peggiore inflazione degli ultimi quattro decenni. I datori di lavoro hanno aggiunto almeno 400.000 posti di lavoro per 12 mesi consecutivi.

Eppure non è chiaro per quanto tempo continuerà il boom dell’occupazione. La Federal Reserve questa settimana ha alzato il suo tasso chiave di mezzo punto percentuale – la sua mossa più aggressiva dal 2000 – e ha segnalato ulteriori ampi aumenti dei tassi in arrivo. Quando gli aumenti dei tassi della Fed entreranno in vigore, renderanno sempre più costoso per consumatori e aziende prendere in prestito, spendere e assumere.

Inoltre, il vasto aiuto economico che il governo stava fornendo alle famiglie è scaduto. E l’invasione russa dell’Ucraina ha contribuito ad accelerare l’inflazione e ha offuscato le prospettive economiche. Alcuni economisti avvertono di un crescente rischio di recessione.

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati