Home Estero Gli Stati Uniti rilasciano il primo passaporto genere “X”, per indicare il...

Gli Stati Uniti rilasciano il primo passaporto genere “X”, per indicare il terzo genere

0
86

AgenPress – Gli Stati Uniti hanno rilasciato il loro primo passaporto con una designazione di genere “X” – una pietra miliare nel riconoscimento dei diritti delle persone che non si identificano come maschi o femmine.

L’inviato diplomatico speciale degli Stati Uniti per i diritti LGBTQ, Jessica Stern , ha definito le mosse storiche e celebrative, affermando che mettono i documenti del governo in linea con la “realtà vissuta” che esiste uno spettro più ampio di caratteristiche sessuali umane rispetto a quanto si riflette nei due precedenti designazioni.

“Quando una persona ottiene documenti di identità che riflettono la sua vera identità, vive con maggiore dignità e rispetto”, ha detto Stern.

Il dipartimento non ha comunicato a chi è stato rilasciato il passaporto. Un funzionario del dipartimento ha rifiutato di dire se fosse per Dana Zzyym , una residente intersessuale del Colorado che è stata coinvolta in una battaglia legale con il dipartimento dal 2015, affermando che il dipartimento di solito non discute le domande di passaporto individuali a causa di problemi di privacy.

A Zzyym (pronunciato Zimm) è stato negato il passaporto per non aver controllato maschi o femmine su una domanda. Secondo i documenti del tribunale, Zzyym ha scritto “intersex” sopra le caselle contrassegnate con “M” e “F” e ha richiesto invece un indicatore di genere “X” in una lettera separata.

Zzyym è nato con caratteristiche sessuali fisiche ambigue, ma è cresciuto da ragazzo e ha subito diversi interventi chirurgici che non sono riusciti a far sembrare Zzyym completamente maschio, secondo i documenti del tribunale. Zzyym ha prestato servizio nella Marina come maschio, ma in seguito si è identificato come intersessuale mentre lavorava e studiava alla Colorado State University. La negazione del passaporto di Zzyym da parte del dipartimento ha impedito a Zzyym di recarsi a una riunione dell’Organizzazione Intersex International in Messico.

Il Dipartimento di Stato ha annunciato a giugno che si stava muovendo verso l’ aggiunta di un terzo indicatore di genere per le persone non binarie, intersessuali e non conformi al genere, ma ha affermato che ci sarebbe voluto del tempo perché richiedeva aggiornamenti estesi ai suoi sistemi informatici.

Un funzionario del dipartimento ha affermato che la domanda di passaporto e l’aggiornamento del sistema con l’opzione di designazione “X” devono ancora essere approvati dall’Ufficio di gestione e bilancio, che approva tutti i moduli governativi, prima che possano essere emessi.

Gli Stati Uniti si uniscono a una manciata di paesi, tra cui Australia, Nuova Zelanda, Nepal e Canada, nel consentire ai propri cittadini di designare un genere diverso da maschio o femmina sui propri passaporti.

Stern ha affermato che il suo ufficio ha pianificato di parlare dell’esperienza degli Stati Uniti con il cambiamento nelle sue interazioni in tutto il mondo e spera che ciò possa aiutare a ispirare altri governi a offrire l’opzione.

“Vediamo questo come un modo per affermare ed elevare i diritti umani delle persone trans e intersessuali e di genere non conforme e non binarie ovunque”.