Governo. Di Maio, il partito di Conte che non è più M5s ha deciso di non votare la fiducia. Draghi uomo di parola

- Advertisement -

AgenPress –  Il governo Draghi e la coalizione devono andare avanti ma in questo momento la vedo molto difficile. Il partito di Conte, che non è più M5s, ha deciso di non votare la fiducia e il premier, uomo di parola, come aveva annunciato si è dimesso. Se non ci sarà un atto di maturità dei partiti nelle prossime ore rischiamo mercoledì di non avere più un governo e si andrà al voto anticipato.

Lo afferma il ministro degli esteri e leader di Ifp Luigi Di Maio parlando a Radio Rtl. E sarà un problema serio per il Paese, con lo scioglimento delle Camere si andrà poi all’esercizio provvisorio senza poter approvare la manovra finanziaria in autunno , nelle prossime ore vediamo poi cosa succederà allo spread, sicuramente non potremmo gestire la questione del tetto al prezzo del gas e si fermeranno le procedure di quest’ultimo semestre dell’anno per l’attuazione del Pnrr, ha ancora detto definendo “irresponsabile” il partito di Giuseppe Conte.

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati