I Radicali contro fornitura gas dall’Egitto. Inaccettabile fare affari con chi ha ucciso Giulio Regeni

- Advertisement -

AgenPress – “Non è accettabile che l’Italia continui a fare affari con l’Egitto nonostante l’omicidio di Giulio Regeni e lo sprezzante comportamento di Al Sisi nell’ostacolare le indagini. Tanto più se ci si nasconde dietro un dito, infatti a differenza di quanto accaduto con la visita di Draghi in Algeria, la trattativa con l’Egitto è stata delegata all’ENI che, oggi più che mai, continua a indirizzare la politica estera italiana”.

Così in una nota Massimiliano Iervolino, segretario di Radicali Italiani. “Nella legittima corsa a trovare nuovi produttori di gas non si può e non si deve pensare di sostituire Putin con altri personaggi molto discutibili dell’Algeria, dell’Egitto e della Libia. L’Italia deve diventare energeticamente autosufficiente anche per abbandonare questi regimi che di democratico hanno ben poco. Pronti a discutere di tutte le fonti energetiche, senza ideologismi, purché si finisca di finanziare coloro che hanno le mani piene di sangue”.

- Advertisement -

 

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati