Il cambiamento climatico può aumentare il rischio di nuove malattie infettive

- Advertisement -

AgenPress – Il cambiamento climatico comporterà la diffusione di migliaia di nuovi virus tra le specie animali entro il 2070 e, secondo un nuovo studio, è probabile che aumenterà il rischio che malattie infettive emergenti passino dagli animali all’uomo.

Ciò è particolarmente vero per l’Africa e l’Asia, continenti che negli ultimi decenni sono stati punti caldi per la diffusione di malattie mortali dall’uomo agli animali o viceversa, tra cui l’influenza, l’HIV, l’Ebola e il coronavirus.

- Advertisement -

I ricercatori, che hanno pubblicato le loro scoperte giovedì sulla rivista Nature , hanno utilizzato un modello per esaminare come oltre 3.000 specie di mammiferi potrebbero migrare e condividere virus nei prossimi 50 anni se il mondo si riscaldasse di 2 gradi Celsius (3,6 gradi Fahrenheit), che una ricerca recente spettacoli è possibile.

Hanno scoperto che la diffusione del virus tra le specie avverrà oltre 4.000 volte solo tra i mammiferi. Gli uccelli e gli animali marini non sono stati inclusi nello studio.

I ricercatori hanno affermato che non tutti i virus si diffonderanno all’uomo o diventeranno pandemie della scala del coronavirus, ma il numero di virus tra specie aumenta il rischio di diffusione all’uomo.

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati