Il Cremlino minaccia ritorsioni alla Finlandia in Nato. Medvedev, rischio conflitto si trasformi in una guerra nucleare

- Advertisement -

AgenPress – Il Cremlino ha avvertito che potrebbe prendere misure di rappresaglia “militari-tecniche” dopo che i leader finlandesi hanno affermato di essere favorevoli all’adesione alla NATO e la Svezia potrebbe fare lo stesso in pochi giorni, in uno storico riallineamento innescato dall’invasione russa dell’Ucraina.

Nel frattempo, il primo processo per crimini di guerra contro un soldato russo dall’inizio del conflitto si apre oggi a Kiev. Un soldato di 21 anni catturato di un’unità di carri armati è accusato di aver sparato a morte un civile nella prima settimana di guerra.

- Advertisement -

Sul campo, le forze russe stavano martellando le aree dell’Ucraina centrale, settentrionale e orientale, inclusa l’ultima sacca di resistenza a Mariupol, come parte della loro offensiva per conquistare la regione industriale del Donbas. L’Ucraina ha riconquistato alcune città e villaggi nel nord-est.

Due mesi e mezzo dopo che l’invasione russa dell’Ucraina ha fatto rabbrividire i vicini di Mosca, il presidente e il primo ministro della Finlandia hanno annunciato giovedì che il paese nordico dovrebbe candidarsi subito per l’adesione alla NATO, il patto di difesa militare fondato in parte per contrastare l’invasione sovietica Unione.

“Tu (Russia) hai causato questo. Guardati allo specchio”, ha detto il presidente finlandese Sauli Niinisto.

- Advertisement -

Il parlamento finlandese deve ancora intervenire, ma l’annuncio significa che è quasi certo che si applicherà e otterrà l’ammissione. Il completamento del processo potrebbe richiedere mesi. Allo stesso modo, la Svezia sta valutando la possibilità di mettersi sotto la protezione della NATO.

Ciò rappresenterebbe un grande cambiamento nel panorama della sicurezza in Europa: la Svezia ha evitato alleanze militari per più di 200 anni, mentre la Finlandia ha adottato la neutralità dopo la sconfitta da parte dei sovietici nella seconda guerra mondiale.

L’opinione pubblica di entrambe le nazioni si è spostata drammaticamente a favore dell’adesione alla NATO dopo l’invasione, il che ha suscitato il timore nei paesi lungo il fianco della Russia di poter essere i prossimi.

Una tale espansione dell’alleanza lascerebbe la Russia circondata dai paesi della NATO nel Mar Baltico e nell’Artico e rappresenterebbe una pungente battuta d’arresto per il presidente russo Vladimir Putin. Aveva sperato di dividere e annullare la NATO in Europa, ma invece sta vedendo accadere il contrario.

Il segretario generale della NATO Jens Stoltenberg ha affermato che l’alleanza accoglierà la Finlandia e la Svezia a braccia aperte.

Il ministero degli Esteri russo ha avvertito che Mosca “sarà costretta ad adottare misure di ritorsione di carattere tecnico-militare e altre caratteristiche al fine di contrastare le minacce emergenti alla sua sicurezza nazionale”.

L’incanalamento di armi e altro supporto militare da parte della NATO all’Ucraina è stato fondamentale per la sorprendente capacità di Kiev di ostacolare l’invasione, e il Cremlino ha nuovamente avvertito che gli aiuti potrebbero portare a un conflitto diretto tra NATO e Russia.

“C’è sempre il rischio che tale conflitto si trasformi in una guerra nucleare su vasta scala, uno scenario che sarà catastrofico per tutti”, ha affermato Dmitry Medvedev, vice capo del Consiglio di sicurezza russo.

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati