In Calabria la Cirp conference on BioManufacturing

- Advertisement -

AgenPress. Sì è svolta a Maierato, in provincia di Vibo Valentia, presso il Popilia Country Resort, la Cirp conference on BioManufacturing, giunta alla sua V edizione.

Il CIRP, the International Academy for Production Engineering, è una delle più autorevoli società scientifiche al mondo nel settore del manufacturing. Ogni anno, oltre alla general assembly, promuove un numero limitato e selezionato di conferenze specialistiche nei diversi Paesi.

- Advertisement -

Dunque dopo Tokyo, Manchester, Chicago e Guangzhou, è stata Vibo Valentia la sede designata grazie all’organizzazione guidata da parte della prof.ssa Elisabetta Ceretti, dell’Università di Brescia, e del Prof. Luigino Filice, dell’Università della Calabria.

Circa 80 scienziati da tutto il mondo si sono confrontati sulle più moderne tecniche ingegneristiche applicate alla biomedicina, dalle macchine per la produzione agli impianti protesici e alle lavorazioni delle superfici. Un ruolo rilevante è giocato dall’Università della Calabria nell’ambito dei contenuti scientifici della conferenza, grazie a un keynote paper a cura del prof. Gerardo Catapano, ordinario di Bioingegneria Industriale in forza al Dipartimento di Ingegneria Meccanica, Energetica e Gestionale, Dipartimento candidato a divenire di Eccellenza, secondo l’ultima graduatoria pubblicata dall’Anvur. La lezione del Prof. Catapano è stata centrata sulle tecnologie di produzione nella medicina sostitutiva e rigenerativa.

Le altre keynote sono state tenute dal prof. Bart Verkerke, dell’Università di Groningen, in Olanda, che si è soffermato sulle prospettive della prevenzione personalizzata delle malattie e dal dott. Sebastian Schneider, di DMG Mori, che ha presentato le direttrici di sviluppo dei costruttori di macchine utensili in chiave sostenibile. Diversi ricercatori dell’Università della Calabria hanno presentato lavori di grande rilevanza, spesso con collaborazioni tra i diversi Dipartimenti dell’Università della Calabria (il Dipartimento di Ingegneria Meccanica, Energetica e Gestionale, Meccanica, il Dipartimento di Farmacia e Scienze della Nutrizione, il Dipartimento di Biologia, Ecologia e Scienze della Terra) e con atenei e aziende del territorio nazionale, sui temi delle lavorazioni di superfici per la realizzazione di substrati per applicazioni biomediche.

- Advertisement -

La Conferenza è stata sponsorizzata da aziende nazionali e internazionali leader nella produzione di macchine e sistemi software per l’ingegneria biomedica.

Nel programma sociale è stata inserita una visita guidata nella splendida Tropea, in cui gli ospiti hanno potuto apprezzare la bellezza dei luoghi e l’ospitalità tipica della Calabria, alla presenza del Sindaco, l’avv. Giovanni Macrì.

La conferenza è stata l’occasione per consolidare la grande autorevolezza nel mondo scientifico che contraddistingue i ricercatori italiani e, nel caso specifico, anche un riconoscimento all’Università della Calabria, selezionata per l’organizzazione congiunta dell’evento “italiano” e che si è deciso di svolgere all’interno del territorio regionale.

Elia Fiorenza 

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati