Inflazione: Istat, giugno +8%

- Advertisement -

AgenPress. Secondo i dati provvisori di giugno resi noti oggi dall’Istat, l’inflazione sale su base annua dal +6,8% di maggio all”8%.

“Una calamità! Un disastro! I prezzi proseguono oramai indisturbati la loro corsa e le speculazioni non trovano più alcun ostacolo o freno. Bisogna tornare ai prezzi amministrati almeno per quei prodotti come il gasolio, che incidendo sui costi di distribuzione ha effetti moltiplicativi sulla merce trasportata, e come i beni energetici che oramai hanno contagiato tutti gli altri comparti merceologici” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.

- Advertisement -

“Senza i rincari dei beni energetici l’inflazione oggi sarebbe pari al 4,2%. Anche se per il mercato tutelato Arera ha annunciato ieri che da luglio a settembre i prezzi di luce e gas restano stabili, non è una gran bella notizia per le famiglie che non ce la fanno più a pagare le bollette, visto che avere gli stessi prezzi di prima equivale a livelli da primato e a fatture da infarto. Secondo i dati Istat di oggi, l’energia elettrica, considerando sia il mercato tutelato che quello libero, sale rispetto a giugno 2021 dell’81,4%, il che equivale per una famiglia media ad un rialzo annuo pari a 514 euro. Per il gas l’incremento è del 63,2%, che corrisponde ad una stangata di 394 euro” prosegue Dona.

“L’inflazione a +8% significa, per una coppia con due figli, una batosta complessiva, in termini di aumento del costo della vita, pari a 2667 euro su base annua, 1057 per Abitazione, acqua ed elettricità, 600 euro per i Trasporti, 700 per prodotti alimentari e bevande, 722 per il carrello della spesa. Per una coppia con 1 figlio, la mazzata totale è pari a 2476 euro, 995 per l’abitazione, 562 per i trasporti, 632 euro per cibo e bevande. In media per una famiglia il rialzo annuo è di 2087 euro, 960 per l’abitazione, 396 per i trasporti, 513 euro per mangiare e bere. Ma il record spetta alle famiglie numerose con più di 3 figli con una scoppola pari a 2988 euro, 836 solo per il cibo” conclude Dona.

 

- Advertisement -

Tabella: rincaro annuo (da giugno 2021 a giugno 2022) per tipologia familiare e divisioni di spesa (valori in euro)

DIVISIONI DI SPESAFamiglia mediaCoppia

con 2 figli

Coppia

con 1 figlio

Coppia

senza figli

con meno di 35 anni

Coppie con 3 o più figliInflazione annua di

giugno

Prodotti alimentari e bevande analcoliche513,1699,8631,7448,9835,89,1
Bevande alcoliche e tabacchi7,48,99,09,59,01,4
Abbigliamento e calzature20,436,328,124,543,41,7
Abitazione, acqua, elettricità e combustibili959,91056,8995,11297,01177,428
Mobili, articoli e servizi per la casa64,778,682,573,978,14,8
Servizi sanitari e spese per la salute9,911,611,08,311,80,7
Trasporti396,3599,7561,9581,5660,213,7
Comunicazioni-16,8-23,4-20,5-18,4-26,2-2,6
Ricreazione, spettacoli e cultura10,716,713,416,119,00,9
Istruzione-0,7-2,0-1,2-0,4-2,1-0,4
Servizi ricettivi e di ristorazione86,8135,5118,6183,4133,57,2
Altri beni e servizi35,448,246,346,648,21,7
TOTALE RINCARO ANNUO (*)208726672476267129888
CARRELLO DELLA SPESA5317226544708588,3

Fonte: Unione Nazionale Consumatori su dati Istat

(*) totali arrotondati

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati