Intrattenimento digitale: aumenta il tempo speso dagli italiani online

- Advertisement -

AgenPress. Occupare il tempo libero con passatempi divertenti e rilassanti è senza dubbio una delle attività preferite dagli italiani, che anche nell’epoca digitale si rivelano tra i più attivi in fatto di utilizzo delle piattaforme di intrattenimento online. Secondo i dati pubblicati da Comscore, infatti, solo nello scorso mese di gennaio si sono registrati oltre 39 milioni di visitatori su siti e app di questa categoria.

- Advertisement -

Piattaforme di entertainment: +44% per il tempo speso online in 3 anni

Portali e applicazioni dedicati all’intrattenimento online risultano essere tra le più utilizzate in assoluto dagli italiani, che con un tasso di penetrazione del 96,2% della popolazione digitale si collocano alle spalle soltanto del Brasile, della Spagna e degli Stati Uniti. Ciò significa che ben 96 persone su 100 tra quelle che utilizzano regolarmente internet hanno fatto accesso a servizi di entertainment dai propri dispositivi fissi e mobili, un dato elevatissimo che ben illustra il quadro della situazione.

Anche considerando il tempo speso sui vari servizi online, l’intrattenimento si conferma una delle prime scelte (con il 20,4% del tempo totale trascorso in rete), posizionandosi dietro solo ai social network al 22,9%. Addirittura negli ultimi 3 anni, il tempo medio per visitatore risulta cresciuto di ben il 44%, con picchi ovviamente ancora più elevati nei passati periodi di lockdown.

- Advertisement -

Ma quali sono i servizi di entertainment più apprezzati e usati?

Streaming, giochi e musica: l’entertainment accontenta tutti

Oggi l’offerta di servizi digitali legati al mondo dell’intrattenimento è particolarmente ampia e variegata, il che consente di soddisfare gusti e bisogni di ogni fascia di utenza. Gli investimenti posti in essere in questi anni hanno migliorato sensibilmente qualità e quantità delle proposte, consentendo di raggiungere il successo descritto poco sopra in termini numerici e portando l’entertainment online ai primissimi posti tra le attività svolte in rete a livello globale.

Tra i servizi più utilizzati spiccano innanzitutto quelli di streaming video, che oggi consentono di accedere a tantissimi contenuti di ogni genere on demand, dai film alle serie TV, passando per documentari, cartoni animati e reality show, tutto semplicemente sfruttando la connessione a internet e un account su una delle piattaforme più famose, come https://www.netflix.com/, Prime Video o RAI Play. A queste va aggiunto anche YouTube, che registra addirittura un 95% di tasso di penetrazione in Italia.

Accanto alla visione di film e altri contenuti video troviamo poi le piattaforme di gioco, che si sono imposte rapidamente sul mercato grazie a un’offerta particolarmente dinamica e vicina alle diverse richieste del mercato. Abbiamo visto in questi anni esplodere i MOBA, videogame basati su un sistema di gioco in live multiplayer particolarmente avvincente, ma anche passatempi più tradizionali come quelli dei casino digitali. Operatori come quelli censiti su https://www.vegasslotsonline.com/it/ mettono oggi a disposizione ricchi cataloghi di slot machine, roulette, giochi di carte e molti altri svaghi, offrendo l’opportunità di accedere a veri e propri tavoli virtuali che non hanno nulla da invidiare alle sale fisiche.

Anzi, il vantaggio di poter partecipare ai giochi da PC o da mobile in tutta sicurezza da qualsiasi luogo rende questa tipologia di svaghi ancora più apprezzata, sia da coloro che normalmente utilizzano i videogame che da quegli utenti meno vicini alla tecnologia ma comunque attratti dalla possibilità di divertirsi in modo pratico e veloce.

Ottimi numeri, infine, anche per gli streaming musicali proposti da piattaforme come Spotify, leader a livello globale con un ottimo 31% di tasso di penetrazione sul mercato italiano, e Deezer. Proprio per ciò che riguarda https://www.spotify.com/it/, si stima tra l’altro una media di utilizzo di 27 minuti al giorno, ottenuta anche grazie al fatto che la musica viene spesso utilizzata come sottofondo per le attività quotidiane.

Intrattenimento online: giovani in vetta, ma crescono le fasce di età più avanzate

L’intrattenimento in formato digitale si sta imponendo sempre di più in modo eterogeneo, coinvolgendo come anticipato sia fasce demografiche cosiddette “native digitali” che persone in età più avanzata. Le differenze sono ancora evidenti, ma la crescita degli over 45 in termini di visitatori e di ore trascorse nell’uso di questi servizi mostra un cambiamento socio-economico epocale.

I dati pubblicati da Comscore mostrano in particolare come nella fascia 18-24 il numero di ore mensili per visitatore arrivi addirittura a 42, per scendere di oltre il 50% (20 ore) per la fascia 25-34, a 15 per la fascia 35-44 e a 12 ore per la fascia 45+, numeri che probabilmente si legano sia a un differente approccio alla tecnologia che alla disponibilità di tempo libero, che chiaramente vede avvantaggiati i giovani.

In ogni caso, le statistiche parlano chiaro: svago e intrattenimento sono sempre più legati a doppio filo al web e alle innovazioni che anno dopo anno irrompono in rete. Comprendere questo fenomeno a tutti i livelli significa poter leggere ancora meglio il mercato, anticipare le tendenze e creare ulteriori opportunità per tutti, con benefici importanti anche dal punto di vista economico.

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati