Istanbul. Ft. La Russia rinuncia a “denazificazione” dell’Ucraina e può anche entrare in Europa

- Advertisement -

AgenPress – Secondo il Financial Times, la Russia ha rinunciato alla richiesta che l’Ucraina sia “denazificata” ed è pronta a lasciarla entrare nell’Unione Europea fintanto che non sarà allineata militarmente.

Il documento cita quattro persone vicine ai colloqui che affermano che un possibile accordo comporterebbe l’abbandono da parte dell’Ucraina della sua spinta all’adesione alla Nato in cambio di garanzie di sicurezza.

- Advertisement -

Ma non contiene la discussione di tre richieste fondamentali russe iniziali sulla denazificazione, la smilitarizzazione o la protezione legale della lingua russa.

Il ministro degli Esteri ucraino Dmytro Kuleba ha affermato che la sua contea non stava “commerciando persone, terra o sovranità”, mentre il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov ha affermato che i colloqui finora non hanno prodotto progressi sostanziali.

Le delegazioni russa e ucraina sono ora arrivate al Dolmabahce, l’ufficio del presidente Erdogan sulle rive del Bosforo qui a Istanbul.

- Advertisement -

Sono seduti lungo un lungo tavolo uno di fronte all’altro. Il leader turco si è rivolto a loro, seguito da applausi.

Questi sono i primi colloqui faccia a faccia in oltre quindici giorni, ma le speranze di una svolta sono basse.

Erdogan ha parlato del suo “profondo dolore” per il fatto che il conflitto sia entrato nella sua quinta settimana, dicendo che l’amicizia della Turchia con entrambi i paesi le ha dato l’obbligo di mediare.

“È nelle mani di entrambe le parti fermare questa tragedia”.

La Turchia è un membro della Nato ma mantiene forti legami con la Russia. Erdogan si è opposto alle sanzioni dell’Occidente contro Mosca, uno dei pochi paesi ancora a farlo.

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati