Kiev. Andrea Cisternino: “vale la pena lottare per gli animali, anche morire se dovesse mai succedere”

- Advertisement -
AgenPress – “Buongiorno a tutti. Prima di scrivere l’aggiornamento di oggi (Mercoledì 23 marzo ore 10.30), a nome del comitato UNITI PER LORO ANIMALI E AMBIENTE di Andrea Cisternino ci tengo a fare presente, visto i messaggi o post che ci arrivano, che il comitato NON È assolutamente contro le associazioni o privati che vorrebbero aiutare Andrea, ma semplicemente, conoscendo SOLO noi la realtà effettiva di come stanno le cose e i contatti presi, chiede a tutti, prima di prendere iniziative personali di contattarci in maniera che possiamo rendere partecipi di come sono le cose, poiché ogni iniziativa non concordata in un momento così delicato, potrebbe influire negativamente anziché portare aiuti .
Detto questo ho sentito Andrea questa mattina e mi ha dettato un messaggio per tutti voi e ci tiene molto che venga ascoltato . Lo scriverò in prima persona come se fossi Andrea……
1) ciao a tutti volevo ringraziarvi davvero per tutto il sostegno che state dando a me e al mio Comitato, questo mi dà la forza di continuare a lottare
2) Vorrei che sia chiaro che io non lascerò mai i miei animali e il mio rifugio per niente al mondo, per nessuna guerra, ne per nessun ordine di nessuno. Ho fatto tanti sacrifici per creare questo rifugio, ho lottato tanto contro i dog hunter, contro i massacri, l’incendio …e non mollerò sicuramente adesso per una guerra che nn mi appartiene
3) Rimango, sia chiaro, non solo per gli animali, ma anche per le 4 persone che sono qui con me, per tutelarle e per proteggerle e cercare, come posso, di tener loro alto lo spirito , perché per me non c’è distinzione fra animali e umani.
4) Quando, e spero presto, questa guerra sarà finita, vorrei che rimanesse il messaggio che sto cercando di far passare a tutti voi, che vale la pena lottare per gli animali, anche morire se dovesse mai succedere, perché loro sono esseri senzienti, hanno un cuore, soffrono e sono esattamente come noi …..e vorrei tanto che rifletteste sugli allevamenti, intensivi e non, sul loro dolore e sulle loro paure, che sono come le nostre ! Voglio che questa mia esperienza si trasformi in un messaggio di consapevolezza e di empatia verso i nostri fratelli.
Queste sono esattamente le parole di Andrea per tutti voi.
Detto questo, ho rassicurato Andrea che il suo comitato sta facendo di tutto e di più per fargli arrivare gli aiuti ….. stiamo affrontando cose talmente grandi anche noi e alle quali non eravamo preparati, ma vogliamo rassicurare tutti che NIENTE rimane intentato.
Stamattina sono riuscita anche a strappargli un sorriso raccontandogli che quando verrà in Italia lo accoglieremo con la banda 🙂…… Ma la realtà è che aspettiamo tutti che questo orrore finisca e che lui e il suo rifugio siano salvi !!
Grazie sempre a tutti voi”.
Dalla pagina Facebook di Anna Raimondi 
- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati