Kiev. Da inizio invasione i russi hanno ucciso 358 bambini, 681 hanno riportato ferite di vari livelli di gravità

- Advertisement -
AgenPress – Le truppe russe hanno ucciso almeno 358 bambini in Ucraina dal 24 febbraio, secondo i dati, aggiornati ad oggi, forniti dall’ufficio del procuratore generale ucraino e riportati dall’agenzia Ukrinform.
“Ad ora, più di 1.039 bambini hanno sofferto in Ucraina a causa dell’aggressione armata russa. Secondo le informazioni ufficiali fornite dai tribunali dei minori: 358 bambini sono stati uccisi e più di 681 hanno riportato ferite di vari livelli di gravità”, ha scritto il servizio stampa del Pgu su Telegram. Le cifre – precisa la Procura – non sono definitive, in quanto non considerano diverse aree dove le ostilità sono in atto. 
La maggior parte delle vittime di minore età, tra morti e feriti, in tutto quasi mille come registrato due giorni fa anche dall’Unicef, sono state registrate nella regione di Donetsk (361), nella regione di Kharkiv (194), nella regione di Kiev (116), nella regione di Chernihiv (68), nella regione di Luhansk (61), nella regione di Mykolaiv (53), nella regione di Kherson (52) e nella regione di Zaporizhzhia (40).
Ieri, 20 luglio – riporta Ukrinform citando la procura generale ucraina – un ragazzo di 13 anni è stato ucciso e una ragazza di 15 anni è rimasta ferita nel bombardamento russo della città di Kharkiv. Si è anche saputo che una ragazza di 16 anni è stata ferita il 19 giugno a causa dei bombardamenti di artiglieria del villaggio di Ivanivka, distretto di Izium, regione di Kharkiv. Inoltre, secondo la piattaforma di monitoraggio per la raccolta delle prove dei crimini di guerra, quattro bambini di età compresa tra i 7 e i 15 anni sono morti nei bombardamenti russi sui quartieri residenziali di Mariupol, nella regione di Donetsk, tra il 24 febbraio e il 29 marzo.
- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati