Kiev. Saranno rinominate le strade che hanno nomi russi o bielorussi e smantellati monumenti

- Advertisement -

AgenPress – Le autorità di Kiev si stanno preparando a rinominare le strade associate al paese aggressore Russia e al suo alleato Bielorussia, nonché a rimuovere monumenti e memoriali associati alla Russia e all’URSS.

Lo ha detto il segretario del consiglio comunale di Kiev Volodymyr Bondarenko in un commento a Ukrayinska Pravda.

- Advertisement -

“Stiamo attualmente raccogliendo proposte per rinominare strade e piazze. Abbiamo molto lavoro da fare. Sono stati identificati 279 oggetti che sono legati al paese aggressore e ai suoi alleati e devono essere rinominati. Ma potrebbero esserci di più. Attualmente siamo in attesa di suggerimenti dai residenti”.

Le proposte sono accettate fino al 1 maggio (sono attese tramite email [email protected] ).

Bondarenko ha spiegato che un certo numero di toponimi dovrebbe essere rinominato in modo inequivocabile, come Moskovskaya Street o Amurskaya Square, mentre alcuni nomi potrebbero essere riconsiderati – ad esempio Belorusskaya Street (poiché l’Ucraina ha un’ampia diaspora di bielorussi fuggiti dal regime di Lukashenko, ci sono anche volontari bielorussi). che stanno combattendo dalla parte del nostro Paese contro gli invasori russi).

- Advertisement -

Secondo il segretario del consiglio comunale di Kiev, tutto dipenderà da due cose: se ci sarà una proposta di ridenominazione o di ripensamento.

Ha anche aggiunto che se ci sono più di 2 proposte per la ridenominazione, queste saranno messe a votazione e verrà preparata una bozza di decisione sulla base dei suoi risultati.

Non ci sarà una lunga riflessione sulla questione e un’ampia discussione pubblica, come è stato durante la decomunizzazione: le autorità ritengono che oggi sia inopportuno considerare le proposte per diversi mesi.

Allo stesso tempo, non ci sono piani per cambiare tempestivamente i segni sulle case dopo la ridenominazione: tali costi non sono tempestivi.

 “Non abbiamo in programma di cambiare fisicamente le targhe quest’anno. Le istituzioni lo sostituiranno sui moduli, i cittadini non saranno interessati da tale decisione se non intendono alienare immobili. Offriremo edifici ai proprietari privati ​​così che possono sostituire i segnali stessi. E la città prevede di finanziare la sostituzione completa dei segnali su tutte le strade rinominate il prossimo anno”.

Inoltre, fino alla sostituzione non è previsto lo smantellamento delle vecchie targhe, ma per alcune strade potrebbe essere un’eccezione, ad esempio per Mosca.

Vogliono anche smantellare 60 oggetti a Kiev (monumenti, targhe, targhe commemorative) relativi alla Russia o all’URSS.  

Bondarenko ha spiegato che se Kiev ottiene il permesso, la città smantellerà tali monumenti, in caso contrario chiederà al Ministero della Cultura di risolvere il problema con tali strutture.

Se non c’è il permesso o sarà ritardato, il problema può essere risolto dagli stessi residenti, come nel caso dello smantellamento degli ordini con il profilo del leader sovietico Vladimir Lenin dall’obelisco della città eroica di Kiev sulla Vittoria Quadrato.

Secondo il Segretario del Consiglio comunale, i citati progetti di deliberazione dovrebbero essere preparati entro il 9 maggio. Dopodiché, tra pochi giorni convocheranno una riunione del consiglio comunale di Kiev e prenderanno una decisione.

“Abbiamo un’opportunità unica per prendere una decisione una volta e affrontare tutti questi oggetti. Nessuno rimuoverà i libri di classici russi dalle biblioteche, nessuno vieterà i concerti di Rachmaninoff, ma le strade e i monumenti devono essere affrontati”.

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati