Dati Covid in tempo Reale

All countries
331,852,703
Confermati
Updated on 18 January 2022 13:36
All countries
267,094,347
Ricoverati
Updated on 18 January 2022 13:36
All countries
5,565,821
Morti
Updated on 18 January 2022 13:36

L’ opinione di Roberto Napoletano. Coraggio ministro, sbianchetti l'”anche” e scriva “per il 45

- Advertisement -

Agenpress – Vogliamo evitare equivoci. Abbiamo stima per il neoministro dell’Economia, Roberto Gualtieri, e abbiamo apprezzato il lavoro competente che ha saputo svolgere nel Parlamento europeo.

Fa parte di quella squadra di italiani – fuori classifica in testa c’è Mario Draghi, bandiera riconosciuta dell’Europa nel mondo – che si è guadagnata con la serietà del fare la considerazione e il rispetto perfino dei Falchi del Nord. Noi di Gualtieri pensiamo questo e siamo consapevoli che da qualche giorno è alle prese con un mestiere nuovo e, in un Paese diseguale e indebitato come il nostro, di certo se non il più complicato in assoluto almeno uno dei più difficili.

- Advertisement -

 

Bene, non vogliamo dargli consigli se non che la regola del silenzio per un ministro dell’economia è d’oro perché si corre il rischio, come è avvenuto con l’Iva, di essere smentiti nel giro di qualche ora. Vogliamo piuttosto esprimere un dissenso motivato su un anche di troppo nella premessa a sua firma (la pubblichiamo integralmente) della Nota di aggiornamento del Documento di economia e finanza 2019. La frase è: “Gli investimenti pubblici verranno destinati anche alla riduzione del divario tra il Sud e il Nord del Paese, che è questione centrale della strategia di politica economica del Governo (… )”.

 

- Advertisement -

Signor ministro, non esistono soluzioni semplici a problemi complicati. Quello che è accaduto nell’ultimo decennio lascia sgomenti. Si è destinato alle regioni meridionali lo 0,15% del Pil per la spesa in infrastrutture di sviluppo e, con il trucco della spesa storica, si sono sottratti ogni anno 60 e passa miliardi alle popolazioni meridionali per regalarli indebitamente alle Regioni ricche del Nord e alimentare flussi assistenziali che hanno nei baracconi regionali e nella proliferazione di enti collegati il loro crocevia. Non si può fare ripartire l’Italia con anche il Mezzogiorno. Per gli investimenti pubblici e privati italiani la priorità sono venti milioni di persone. 

 

Per leggere la versione one integrale dell’editoriale del direttore Roberto Napoletano clicca qui:

https://www.quotidianodelsud.it/laltravocedellitalia/editoriali/2019/10/02/leditoriale-del-direttore-roberto-napoletano-coraggio-ministro-sbianchetti-lanche-e-scriva-per-il-45/

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati