Home China La Cina avverte gli Usa che l’indipendenza di Taiwan scatenerebbe una guerra...

La Cina avverte gli Usa che l’indipendenza di Taiwan scatenerebbe una guerra da parte di Pechino

0
46

AgenPress – La Cina ha avvertito gli Stati Uniti che qualsiasi tentativo di rendere Taiwan indipendente dalla Cina scatenerà un’azione militare da parte delle forze di Pechino.

Il ministro della Difesa cinese Wei Fenghe ha incontrato il suo omologo statunitense Lloyd Austin a margine di un vertice sulla sicurezza asiatico a Singapore.

La divisione di Taiwan dalla Cina lascerebbe l’esercito cinese senza altra scelta che “combattere ad ogni costo”, ha affermato Wei.

Austin in seguito ha definito l’attività militare cinese “provocatoria, destabilizzante”.

Ha detto che c’è stato un numero record di aerei cinesi che volano vicino all’isola quasi quotidianamente, il che “mina la pace e la stabilità nella regione”.

La Cina considera l’autogoverno Taiwan come parte integrante del territorio cinese, una posizione che ha spinto Wei a condannare la vendita di armi statunitensi a Taiwan.

Un portavoce lo ha citato dicendo: “Se qualcuno osa dividere Taiwan dalla Cina, l’Esercito popolare di liberazione cinese (PLA) non avrà altra scelta che combattere ad ogni costo e reprimere qualsiasi tentativo di ‘indipendenza di Taiwan’ e salvaguardare la sovranità nazionale e l’integrità territoriale .”

Austin ha affermato che gli Stati Uniti si sono impegnati a mantenere lo status quo, riconoscendo Pechino come unico governo della Cina e opponendosi all’indipendenza di Taiwan.

Ha insistito sul fatto che non deve esserci alcun tentativo di risolvere le tensioni con la forza.

È stato il primo incontro dei capi della difesa statunitense e cinese ed è durato quasi un’ora, al vertice sulla sicurezza del dialogo Shangri-La.

 Wei ha affermato che i colloqui “sono andati senza intoppi” ed entrambe le parti li hanno descritti come cordiali.

Austin ha parlato dell’importanza di mantenere linee di comunicazione completamente aperte con l’esercito cinese, per evitare qualsiasi malinteso.

Alla fine di maggio Taiwan ha dichiarato di aver schierato aerei da combattimento per mettere in guardia 30 aerei da guerra inviati dalla Cina nella sua zona di difesa aerea. L’incidente ha segnato la più grande incursione cinese da gennaio.

L’incidente ha coinvolto 22 caccia taiwanesi, oltre a guerra elettronica, allerta precoce e aerei anti-sottomarino, ha affermato il ministero della Difesa di Taiwan.

Cina e Taiwan furono divise durante una guerra civile negli anni ’40, ma Pechino insiste che l’isola sarà bonificata a un certo punto, con la forza se necessario

 L’isola ha una propria costituzione, leader eletti democraticamente e circa 300.000 soldati attivi nelle sue forze armate

Solo pochi paesi riconoscono Taiwan. La maggior parte riconosce invece il governo cinese a Pechino. Gli Stati Uniti non hanno legami ufficiali con Taiwan, ma hanno una legge che gli impone di fornire all’isola i mezzi per difendersi.

In foto. Il segretario alla Difesa statunitense Lloyd Austin (a sinistra) ha avuto il suo primo incontro faccia a faccia con il cinese Wei Fenghe