La Cina replica Blinken. “Diffonde false informazioni, esagera la minaccia cinese, interferisce in affari interni”

- Advertisement -

AgenPress – “La Cina è l’unico Paese con l’intento di ridisegnare l’ordine internazionale e, sempre più, con il potere economico, diplomatico, militare e tecnologico per farlo. Invece che usare il suo potere per rafforzare le leggi, gli accordi, i principi e le istituzioni che hanno consentito il suo successo, la Cina li compromette. Sotto il presidente Xi, il Partito comunista cinese è divenuto più repressivo in casa e più aggressivo all’estero”.

Così il segretario di Stato Usa Antony Blinken contro la Cina che immediatamente replica a mezzo del portavoce del Ministero degli Esteri Wang Wenbin, nel briefing quotidiano. Le parole di Blinken “mostrano il desiderio degli Stati Uniti di fermare lo sviluppo della Cina”.

- Advertisement -

Il discorso di Blinken “diffonde false informazioni, esagera la minaccia cinese, interferisce negli affari interni della Cina e diffama le politiche interne ed estere della Cina”, ha affermato Wang, aggiungendo che da parte di Pechino c’è “forte insoddisfazione e ferma opposizione» anche perché lo scopo americano «è di mantenere egemonia e potere”.

Inoltre, ha aggiunto il portavoce, “abbiamo notato che il segretario di Stato Blinken ha affermato di non cercare un conflitto con la Cina e una ‘nuova Guerra fredda’, non impedisce lo sviluppo della Cina, non impedisce alla Cina di svolgere il ruolo di grande potenza ed è disposto a convivere pacificamente con la Cina. Aspetteremo e vedremo”.

Quanto alle false informazioni, Wang ha citato il giudizio di Blinken secondo cui “la Cina rappresenta la sfida a lungo termine più seria per l’ordine internazionale”. Ma questa è un’osservazione che diffama la Cina dato che regole internazionali e ordine internazionale, come sappiamo, hanno connotazioni chiare.

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati