La Lituania ha proposto a Ue di sanzionare il patriarca russo Kirill. Sostiene la guerra di Putin

- Advertisement -
AgenPress – La Lituania ha proposto che l’Unione europea imponga sanzioni al patriarca della Chiesa ortodossa russa Kirill, che sostiene la guerra della Russia contro l’Ucraina.

Lo ha confermato al portale di notizie  15min.lt  il ministro degli Esteri lituano Gabrielius Landsbergis, riferisce Ukrinform.

“Una proposta del genere esiste, ma le discussioni su una decisione congiunta sono ancora in corso e non abbiamo una risposta definitiva sul fatto che sarà possibile farlo”, ha affermato il ministro.

- Advertisement -

Secondo lui, anche le autorità del Paese stanno partecipando alle consultazioni sulla separazione della Chiesa ortodossa lituana da Mosca. Allo stesso tempo, Landsbergis ha sottolineato il principio della separazione dei poteri e della chiesa, quindi alla fine la decisione rimane alla comunità ecclesiale.

Un gruppo di sacerdoti ortodossi lituani ha iniziato a preparare un appello al Patriarcato di Costantinopoli per entrare a far parte della metropolitana.

La Chiesa ortodossa è una delle nove comunità religiose tradizionali in Lituania. Appartiene al Patriarcato di Mosca. La comunità è guidata dal metropolita Innocenzo di Vilnius e della Lituania. Il 17 marzo ha rilasciato una dichiarazione in cui condannava fermamente la guerra in Ucraina. Tuttavia, un mese dopo, Innocenzo ha rimosso dall’incarico i sacerdoti che hanno apertamente condannato la guerra della Russia contro l’Ucraina, e in seguito li ha accusati di essersi divisi per “trasferirli alla giurisdizione del Patriarcato di Costantinopoli”.

- Advertisement -

 

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati