L’ANCRI celebra le Vittime del Terrorismo rendendo omaggio anche a chi lo ha sconfitto

- Advertisement -

AgenPress. Ho sempre ritenuto che la nostra attività ha un senso solo se possiamo essere utili a servire il nostro Paese.

 

- Advertisement -

Io che ho avuto il privilegio di servire la gente per decenni dai vari gradini della scala gerarchica, intendo continuare a farlo oggi, nella veste di delegato alle relazioni istituzionali dell’ANCRI, celebrando Giorno della memoria dedicato alle vittime del terrorismo e il 44^ anniversario dall’uccisione del presidente Aldo Moro.

 

L’ANCRI oggi vuole ricordare tutte le vittime del terrorismo e le dolorosissime vicende della nostra storia che molti di noi hanno gestito direttamente o vissuto in quegli anni terribili, manifestare la vicinanza ai familiari delle vittime e rendere omaggio a chi ha rischiato la vita per sconfiggere il terrorismo. 

- Advertisement -

Ricordando tutte le vittime e i loro familiari l’ANCRI coglie l’occasione per parlare anche di quelle persone che, in quegli anni di piombo e di strategia della tensione, hanno subito attentati e rischiato la vita per sconfiggere il terrorismo. Milioni di cittadini, appartenenti alle varie classi sociali, sono sopravvissute al terrorismo e lottato contro il tentativo di eversione dell’ordine democratico. 

 

Oggi è anche l’occasione per ricordare che sul tema del terrorismo l’attenzione deve rimanere alta analizzando ogni segnale sul piano della comunicazione inneggiante all’eversione come l’esibizione della band P38 a Pescara e lo stesso simbolo delle BR nella sede della Rai vanno monitorati con grande attenzione.  

 

Lo ha detto questa mattina il prefetto Francesco Tagliente a margine della cerimonia inaugurale dello Skyline Le citta di Leonardo nella Questura di Milano dove, tra le autorità erano presenti anche Alberto Bellotti Generale CC a riposo Presidente sezione territoriale ANCRI Milano e Gianfranco Cicala consigliere nazionale ANCRI referente Lombardia.

 

Nel corso della cerimonia inaugurale dello Skiline Milano il Questore di Firenze ha parlato dello Skyline firenze dedicato a Fausto Dionisi Fausto Dionisi ucciso il 20 gennaio del 1978 dai terroristi militanti di Prima Linea e il Questore di Roma Mario della Cioppa lo Skyline Roma allestito nella sala intitolata a Prisco Palumbo assassinato a Roma il 14 dicembre del 1976 dai terroristi dei Nuclei Armati proletari.

 

Alla cerimonia inaugurale oltre al Questore di Milano Giuseppe Petronzi  e al Prefetto di Milano Renato Saccone  erano presenti il prefetto di Pisa Maria Luisa D’Alessandro, il Prefetto Gian Valerio Lombardi   il Prefetto Gianlorenzo Fiore., tutti i Questori della Lombardia e i vertici provinciali e regionali delle Forze di Polizia.

 

Erano presenti altresì il Commendatore socio ANCRI Oreste Ruggiero autore degli Skyline Firenze, Roma, Pisa e Milano, Emanuela Daffra, direttrice del Polo Museale della Lombardia, Silvia Zanzani – Direttore del Museo del Cenacolo Vinciano di Milano, Italo Sciarretta Presidente Federazione Italiana delle Associazioni degli Amici dei Musei e Aldo Citterio, Vice Presidente Federazione Italiana delle Associazioni degli Amici dei Musei

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati