Lavoro. Draghi, dal 1° luglio non c’è più il divieto assoluto di licenziare

- Advertisement -

AgenPress –  Sui licenziamenti abbiamo “fatto un passo avanti, spero che sindacati e imprese si ritrovino nella mediazione”. Lo dice il premier Mario Draghi in conferenza stampa dopo il Consiglio Ue.

“Dal primo luglio non c’è più il divieto assoluto di licenziare, perché un’azienda che non richiede la Cassa può farlo, ma c’è un forte incentivo a non farlo. Tutto ciò solo per industria e edilizia, mentre per i servizi il blocco per tutti, sia che usino o meno la Cig, dura fino a fine ottobre. e la Cig gratuita fino a fine anno. Mi pare una mediazione che certamente scontenta chi avrebbero voluto continuare con il blocco ma non scontenta, almeno così mi pare, quelli che avrebbero voluto sbloccare tutto immediatamente”, spiega il premier. “Il governo aveva già annunciato il termine del blocco all’epoca se non sbaglio della presentazione del Def, e quindi questo provvedimento è decisamente un miglioramento rispetto alla situazione precedente”.

- Advertisement -

 

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati