L’Ucraina sta pianificando di evacuare i civili dall’acciaieria Azovstal. Un soldato morto e 100 feriti

- Advertisement -

AgenPress – L’Ucraina spera di evacuare i civili dalla vasta acciaieria Azovstal nella città portuale assediata di Mariupol oggi. 

“Oggi è prevista un’operazione per far uscire i civili dall’impianto”, ha affermato l’agenzia di stampa Reuters citando l’ufficio di Volodymyr Zelensky.

- Advertisement -

Il segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres ha discusso dell’evacuazione dei civili da Mariupol quando ha incontrato Zelensky giovedì.

Guterres ha affermato che sono in corso intense discussioni per consentire l’evacuazione dell’acciaieria Azovstal – l’ultima parte della città non sotto il controllo russo – che è stata martellata dalle forze russe.

Martedì, il presidente russo Vladimir Putin ha accettato “in linea di principio” il coinvolgimento delle Nazioni Unite e del Comitato internazionale per la Croce Rossa nell’evacuazione delle persone dall’impianto.

- Advertisement -

Il reggimento ucraino Azov ha pubblicato un video che mostra donne e bambini che si presume si rifugino sottoterra nello stabilimento di Azovstal, l’ultima parte di Mariupol non sotto il controllo russo.

Almeno un combattente ucraino è rimasto ucciso nell’attacco aereo della Russia di ieri,  un altro centinaio di soldati che venivano curati nell’ospedale allestito dentro il rifugio sotterraneo hanno riportato nuove ferite e commozioni cerebrali. “A seguito dei bombardamenti, una parte dell’edificio è crollata, così come la sala operatoria. Più di 500 feriti e medici sono rimasti bloccati”, ha riferito il capo del servizio stampa del Reggimento Azov citato dall’Ukrainska Pravda.

“Il bombardamento russo ha preso di mira proprio l’ospedale da campo. I feriti non hanno potuto fare niente quando un incendio è scoppiato in seguito ai bombardamenti. non sappiamo come proteggere in tali condizioni coloro che hanno difeso l’Ucraina dall’inizio della guerra”.

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati